Carmignano dichiara guerra alla plastica monouso (VIDEO)

Nel Comune pratese eventi a plastica zero, “Plastic Free Challenge” e acquisti verdi

[11 luglio 2018]

La giunta del Comune di Carmignano (Prato) ha deciso di aderire all’iniziativa “Plastic Free Challenge” lanciata dal ministero dell’ambiente e di  «Attivarsi immediatamente per eliminare per quanto possibile i prodotti plastici dal palazzo comunale dando mandato ai responsabili dei servizi di interrompere gli acquisti in materiale plastico “vergine” privilegiando altri materiali o utilizzando plastica riciclata; di eliminare l’uso della plastica negli eventi pubblici organizzati direttamente dall’Amministrazione comunale e nelle riunioni del Consiglio comunale e delle Commissioni consiliari; di dare mandato ai responsabili competenti di adoperarsi, in occasione del rinnovo della procedura di gara per la distribuzione automatica (vending machine) di cibo e bevande, affinché siano individuate soluzioni plastic free e sia privilegiato l’acquisto di prodotti provenienti dal mercato equo e solidale; di dare mandato ai responsabili di servizio competenti affinché si provveda all’installazione di appositi fontanelli per l’acqua pubblica per l’approvvigionamento con recipienti riutilizzabili scoraggiando l’uso dell’acqua in bottiglie di plastica; di attivare una strategia pluriennale volta a ridurre e eliminare la plastica monouso dalle aree pubbliche e negli spazi privati mediante iniziative di vario tipo; di attivare una strategia di informazione e sensibilizzazione sul tema».

Un altro passo avanti per un comune “Plastic Free” dopo che a marzo il consiglio comunale di Carmignano  aveva approvato  il Regolamento comunale “Evento a plastica zero”.

Infatti, partendo dalla delibera del Consiglio Comunale 2015 con la quale il Comune di Carmignano aderisce alla strategia “Rifiuti Zero” de visti gli  indirizzi della Direttiva Ue sui rifiuti  «a partire dall’obiettivo di realizzare la cosiddetta “società del riciclaggio”», che prevede che gli Stati membri adottino misure per il trattamento dei rifiuti conformi a un ordine di priorità ( prevenzione; · preparazione per il riutilizzo; · riciclo;  recupero di altro tipo, per esempio il recupero di energia; · smaltimento) il Consiglio comunale di Carmignano, per «incentivare e favorire la gestione corretta e sostenibile dei rifiuti prodotti durante feste, sagre e manifestazioni in genere» ha approvato il regolamento per ottenere la qualifica di “Evento a plastica zero”, perseguendo i  che deve puntare a ridurre la produzione di rifiuti e l’impatto ambientale prodotto da feste, sagre e altre iniziative pubbliche; incrementare e valorizzare la raccolta differenziata diminuendo la percentuale di rifiuto indifferenziato a favore della quota destinata al recupero; rendere più economico lo smaltimento dei rifiuti, aumentando la quota di rifiuti destinati verso forme di conferimento meno costose (recupero, compostaggio); diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili (petrolio) favorendo l’utilizzo di materie prime rinnovabili quali le bioplastiche; orientare e sensibilizzare la comunità verso scelte e comportamenti consapevoli e virtuosi in campo ambientale.

Videogallery

  • Carmignano il cuore della Toscana