Lutto alla Revet di Pontedera per un decesso sul luogo di lavoro

Durante un incidente ha perso la vita il 54ennne Fabio Cerretani

[25 settembre 2017]

Sono ancora in corso gli accertamenti delle autorità per verificare le dinamiche dell’incidente che ha portato l’operaio 54enne Fabio Cerretani a morire la mattina di sabato 23 ottobre, durante il proprio turno di lavoro, alla Revet di Pontedera. È proprio dall’azienda attiva nell’economia circolare toscana – Revet raccoglie, seleziona e avvia al riciclo ogni anno 160mila tonnellate di rifiuti provenienti da 200 Comuni del territorio – che è arrivata la prima conferma della notizia, insieme al cordoglio di tutti i lavoratori.

«Voglio esprimere il cordoglio e la vicinanza della città di Pontedera alla famiglia – ha aggiunto il sindaco Simone Millozzi – Non si può né si deve morire lavorando: il cammino per la sicurezza sui luoghi di lavoro è ancora lungo ma un obiettivo da coltivare con ogni mezzo ed ogni sforzo».

Secondo le ricostruzioni della dolorosa vicenda, Cerretani – che alla Revet rivestiva il ruolo di capoturno – ha perso la vita a causa di una pressa, sotto la quale è rimasto intrappolato durante un intervento di manutenzione.

«Attenderemo gli accertamenti dovuti che faranno luce sull’atroce perdita, sulle cause tecniche e sui responsabili del gravissimo incidente. La Regione da parte sua, farà tutte le verifiche necessarie – è il commento del presidente Enrico Rossi – Alla famiglia, agli amici ed ai colleghi di Fabio Cerretani esprimo la mia più sincera vicinanza e solidarietà».