Nei rifiuti il termometro delle vacanze

[14 agosto 2013]

Secondo le stime di Confesercenti Toscana, nella settimana del Ferragosto dovrebbero essere rimasti  a Firenze circa il 55% dei cittadini residenti, rispetto al 43% fatto registrare lo scorso anno. Sembra così che la crisi economica perdurante abbia tenuto a casa un numero maggiore di cittadini rispetto al passato, anche se l’analisi dei numeri della raccolta dei rifiuti solidi urbani (frazione indifferenziata) non conferma, almeno per Firenze, questo trend.

«Dopo un inizio mese che ha visto il calo dei quantitativi raccolti sia a Firenze che nei 4 comuni della piana fiorentina soprattutto nei fine settimana, con Ferragosto arriva l’effettiva minor produzione annua, che indica più assenti in città – hanno spiegato da Quadrifoglio – Nella giornata di lunedì 12 agosto 2013, nel territorio comunale di Firenze sono state raccolte 394,05 ton di Rsu indifferenziati, con un -38% rispetto ad un lunedì di maggio (il 13 maggio 2013 furono raccolte 636,15 ton). Lo scorso anno, nello stesso periodo, lunedì 13 agosto 2012, sempre a Firenze furono raccolte 529,98 ton di Rsu indifferenziati, con un -20% rispetto ad un lunedì normale». L’anno scorso, dunque è stata registrata una raccolta quasi doppia rispetto a quella di quest’anno. L’apparente incongruenza tra i dati Confesercenti e quelli della raccolta dei rifiuti indifferenziati, probabilmente, può spiegarsi in quanto – almeno nella settimana di Ferragosto – chi può si allontana dalla canicola di Firenze, ma soltanto per brevi spostamenti: la classica gita fuori porta, più che la vacanza settimanale.

Aprendo il ventaglio dell’analisi, Quadrifoglio l’ha estesa ai 4 comuni della piana fiorentina (Calenzano, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino e Signa) dove si registra un calo ma minore che nel capoluogo:  «Lunedì 12 agosto u.s. sono state raccolte complessivamente 148,48 ton di rsu indifferenziati, con un decremento del – 24% rispetto a quanto raccolto lunedì 13 maggio u.s. (quando furono 194,76  le ton raccolte). Lo scorso anno, nello stesso periodo, furono 155,32 le ton raccolte il 13 agosto 2012, con una di munizione che si attestò al -26% rispetto ad un lunedì normale». Nei comuni della Piana i rifiuti raccolti sono quantitativamente di più rispetto al 2012, e si presuppone così sia maggiore, in questo caso, il numero dei residenti rimasti.