Puliamo il Mondo in Toscana, anche dai pregiudizi. Primato di partecipazione

Le iniziative per liberare dai rifiuti i territori e costruire relazioni di comunità

[27 settembre 2018]

Da oltre un quarto di secolo, i volontari coordinati da Legambiente si danno appuntamento l’ultimo fine settimana di settembre per ripulire spazi pubblici dai rifiuti abbandonati. Con guanti, rastrelli, ramazze e sacconi ci si ritrova in piazze, strade, parchi urbani, lungo gli argini dei fiumi o delle strade statali, o negli spazi “di nessuno” ai margini delle periferie metropolitane. Giovani e anziani, italiani e non, amministrazioni locali, imprese, scuole, uniti da un unico obiettivo: rendere più vivibile e più bello il territorio in cui viviamo. Creare i presupposti per luoghi vissuti e presidiati da “comunità” vere e coese.

Anche in Toscana gli appuntamenti di Puliamo il MOndosono dal  28 al 30 settembre, ma le iniziative si potranno per tutto ottobre e quest’anno l’iniziativa metterà insieme chi vuole salvare l’ambiente, le città e le periferie dai rifiuti e dal degrado e chi cerca di ricostruire ogni giorno relazioni di comunità e dialogo. Tante le iniziative in programma che vedranno impegnati migliaia di volontari, coinvolgendo anche le comunità dei migranti e le tante associazioni dedite all’integrazione sociale.

Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana, è molto soddisfatto: «E’ davvero sorprendente e commovente registrare ogni anno questa mole di partecipazione! La Toscana non solo si conferma regione leader a livello nazionale su Puliamo il Mondo, ma supera sé stessa e i record degli anni scorsi. In un momento in cui si avverte più di qualche crepa nella fiducia dei cittadini, questo dato in controtendenza ci riempie di orgoglio e ci dà speranza che la rotta scelta per l’associazione è quella giusta!»

Infatti, ad oggi sono  le realtà toscane che hanno aderito a Puliamo il Mondo sono 130, con 110 comuni su 276, mentre l’iniziativa, patrocinata dalla Regione Toscana e in collaborazione con Cesvot, è promossa direttamente da 12 circoli del Cigno Verde (Legambiente Toscana Volontariato, Legambiente Chianti Fiorentino, Circolo Legambiente Empolese- Valdelsa, Circolo Costa Etrusca Castagneto Carducci, Circolo Legambiente Capannori e Piana Lucchese, Circolo Legambiente Città di Lucca, Circolo Legambiente Versilia, Circolo Legambiente Valdinievole, Circolo Legambiente Prato Aps, Legambiente Terra e Pace di Chianciano-Montepulciano-Chiusi-Sarteano, Circolo Legambiente Siena) e da 8 realtà significative quali Centro Commerciali I Gigli, Associazione Amici dell’Istituto Pirandello, Cospe, Oxfam, Knorr Bremse, Consorzio Bonifica 1 Toscana Nord, Associazione ViviPescia, Associazione Italiana Persone Down Prato.

Legambiente Toscana sottolinea che «Puliamo il mondo è soprattutto un gesto semplice, da fare insieme per rinsaldare il rapporto tra ecosistemi e cittadini, tra comunità ed enti pubblici. Negli anni abbiamo utilizzato questo momento anche per parlare del degrado delle nostre periferie, di abusivismo edilizio, di città metropolitane, di condivisione, di nuovi protagonismi civici, di disagio sociale, di legalità, di spreco alimentare, di pace, per dire no al terrorismo e a qualsiasi genere di barriera. Un week-end davvero green, dove ognuno di noi, nel suo piccolo, può diventare il protagonista di una ritrovata bellezza del Paese e il custode di territori e paesaggi meravigliosi, troppo spesso sfregiati dall’incuria, dall’abbandono e, nei casi più gravi, dall’ecomafia».

Ecco le principali iniziative:

Puliamo il mondo dai pregiudizi: l’iniziativa di punta regionale, a cura del Circolo Legambiente di Pistoia con la collaborazione di CNGEI, Coordinamento della Cooperativa Incontro dei centri profughi de Le Panche, Le Piastre e La Montagna, con la collaborazione straordinaria dell’Associazione Il Sole (che si occupa della Sindrome di Down).  L’appuntamento è per sabato 29 settembre, a partire dalle ore 15.00, nel quartiere de Le Fornaci, nel comune di Pistoia. Tanti piccoli gesti per la tutela e la valorizzazione dei beni comuni, attraverso azioni di cittadinanza attiva, per promuovere la vivibilità e la bellezza dei luoghi ma anche per offrire un’occasione di integrazione e di abbattimento dei muri e delle barriere culturali e sociali.

Si continua in bellezza, a Pescia domenica 30 settembre (ore 9.30 Passerella Sforzini, lato Scuole Simonetti), con il circolo di Legambiente Valdinievole che, in collaborazione col Comune di Pescia, la Banca di Pescia e Cascina, la Coop Nuova Pescia, effettueranno la pulizia degli spazi verdi del comune con l’aiuto dei ragazzi e della cittadinanza.  A fine evento un ricco buffet per tutti!

…. E apriamo al porta a porta! Questo invece il tema dell’iniziativa di sabato 6 ottobre presso il Centro Commerciale i Gigli (ritrovo in Corte Lunga, alle ore 10.00). Legambiente, in collaborazione con il Comune di Campi Bisenzio, Alia e Il Centro Commerciale “I Gigli” illustreranno il nuovo servizio di raccolta rifiuti. “Non temerli, raccoglili!” – il claim con cui gli Educatori di Legambiente forniranno informazioni, guanti e sacchi per partecipare attivamente alla pulizia e alla riqualificazione del Parco della Marinella.