Puliamo il Mondo all’Isola del Giglio: bonificata dal catrame Cala Monella

Intervento di volontari, Comune, Capitaneria di Porto e Micoperi

[26 settembre 2016]

giglio-puliamo-il-mondo-13

Il  25 settembre è stata una giornata intensa anche per Puliamo il Mondo all’Isola del Giglio, dove il  Comune  ha aderito alla campagna di Legambiente in collaborazione con la Micoperi (l’impresa che ha lavorato allo spostamento della Costa Concordia e che ora sta collaborando alla bonifica dei fondali)  e Capitaneria di Porto nella persona del Maresciallo Luigi Mattuolo che ha direttamente operato a Cala Monella  e con l’impegno di alcuni volontari per ripulire la caletta.

Il Comune spiega che «Grazie alla collaborazione tra Comune, Micoperi, Capitaneria di Porto e volontari locali è stata finalmente pulita Cala Monella che da oltre 20 anni è interessata dal deposito di catrame in un suo particolare e bellissimo anfratto. Nulla a che vedere con il naufragio della Concordia e del ripristino conseguente ma il catrame da smaltire è dovuto al passaggio di navi nel canale che oggi sono meno frequenti grazie anche alle norme più stringenti emanate dal Governo. La difficoltà delle operazioni ha fatto si che negli anni non si sia mai potuti intervenire; oggi grazie alla presenza della società Micoperi ed al supporto di volontari, opportunamente coordinati dall’Ufficio Locale Marittimo, la rimozione è stata possibile e ha fatto tornare la bellissima cala al suo stato originale».

Cala Monella, come spiega Stefano Feri, del direttivo del Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano «E’ una delle più belle e rinomate calette dell’isola, era interessata da una ventina d’anni da una “soletta” di catrame probabilmente proveniente da qualche “lavaggio” di cisterna fatto al largo e poi depositatosi proprio lì. Negli anni c’erano state numerose segnalazioni e richieste di intervento, ma la difficoltà delle operazioni e soprattutto il costo di smaltimento del rifiuto rendevano quasi impossibile l’azione. Una volta per tutte, grazie alla collaborazione con la società Micoperi che si è occupata dello smaltimento, un gruppo di volontari ha rotto gli indugi ed ha riportato la caletta al suo stato originale. Le operazioni non sono state semplici perché una volta rimosso il materiale, lo stesso è stato imbarcato prima su un piccolo barchino, poi trainato a Giglio Porto, scaricato sul pontile e quindi immesso nei big bags che poi sono stati prelevati dalla Micoperi. Ci sono voluti ben 3 viaggi da Cala Monella a Giglio Porto e mentre un gruppo operava la rimozione, l’altro trasferiva il materiale. Una bellissima operazione conclusasi nel migliore dei modi. Ringraziamo anche Legambiente che con i suoi diversi appuntamenti funge da stimolo per la ripetizione di giornate simili».