Sistri, in arrivo un nuovo decreto! Lo annuncia il ministro

[3 marzo 2014]

Del caos determinato dal Sistri ne abbiamo scritto tante volte ed è nota l’opinione critica sul sistema di greenreport.it, è quindi una buona notizia che il neo ministro dell’ambiente annunci oggi che «Un approfondimento sul Sistri è fra le priorità in agenda per i prossimi giorni. Ritengo valide le due finalità del sistema: la tracciabilità dei rifiuti come contributo essenziale per la lotta alle ecomafie e la semplificazione amministrativa attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie».

Non solo, Galletti dà anche una notizia: «Le istanze avanzate dai “piccoli produttori” sono tenute nella massima considerazione. E’ infatti in via di perfezionamento un decreto che assoggetta al Sistri solo imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti con più di 10 dipendenti nei settori dell’industria, artigianato, commercio e servizi. Il decreto inoltre contiene altre semplificazioni finalizzate a venire incontro alle esigenze dei produttori al fine di assicurare un “decollo” della fase 2 sistema che sia meno problematica possibile».

«L’obiettivo del Governo – conclude – è quello di rendere questo strumento, dalla storia travagliata, una ulteriore opportunità per la competitività del paese ed un presidio per la tutela della legalità». Che dire? Vedremo, i precedenti non sono incoraggianti (e peraltro che il Sistri sia risolutivo di alcunché è ancora tutto da dimostrare).