In Toscana torna Puliamo il mondo, 110 i Comuni coinvolti per la 25esima edizione

«Una sorta di antidoto naturale contro quei sentimenti di straniamento, di esclusione, quando non addirittura di paura che paiono diffondersi nella nostra società»

[15 settembre 2017]

Da ormai un quarto di secolo, ogni anno, con Puliamo il mondo i volontari di tutta Italia coordinati da Legambiente si danno appuntamento l’ultimo fine settimana di settembre per ripulire spazi pubblici dai rifiuti abbandonati: gli appuntamenti clou saranno dal 22 al 24 settembre anche in Toscana, ma le iniziative si potranno protrarre per tutto il mese di ottobre.

Si tratta dell’edizione italiana di Clean up the world, il più grande appuntamento internazionale di volontariato ambientale che, nato a Sydney nel 1989, coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi di tutto il pianeta. Con guanti, rastrelli, ramazze e sacconi ci si ritrova in piazze, strade, parchi urbani, lungo gli argini dei fiumi o delle strade statali, negli spazi “di nessuno” ai margini delle periferie metropolitane. Giovani e anziani, italiani e non, amministrazioni locali, imprese, scuole, uniti da un unico obiettivo: rendere più vivibile e più bello il territorio in cui viviamo.

«È davvero straordinario e, per certi versi, commovente registrare negli anni questo altissimo indice di gradimento per la nostra campagna più radicata e popolare – dichiara Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana – segno che, al di là della crisi, si apre davanti a noi un orizzonte di speranza, di partecipazione e di nuova inclusione sociale. Contro ogni steccato, contro ogni muro: culturale, religioso, sociale, di genere. Puliamo il mondo è infatti innanzitutto una festa del volontariato, aperta a tutti, una festa in cui poter valorizzare pienamente i legami tra istituzioni e comunità, tra abitanti (vecchi e nuovi) e i luoghi di appartenenza. Una sorta di antidoto naturale, dunque, contro quei sentimenti di straniamento, di esclusione, quando non addirittura di paura che paiono diffondersi nella nostra società».

E dalla Toscana anche quest’anno è arrivata una risposta da primato, visto il gran numero di aderenti all’edizione 2017 di Puliamo il mondo: ad oggi sono infatti 119 le realtà toscane aderenti alla campagna di Legambiente, di cui 110 comuni su 276. Sono inoltre promotori diretti dell’iniziativa 6 circoli del Cigno verde (Legambiente Toscana Volontariato, Legambiente Chianti Fiorentino, Legambiente Lunigiana, Legambiente Carrara, Legambiente Prato, Legambiente Terra e Pace di Chianciano-Montepulciano-Chiusi-Sarteano) e altri 3 enti significativi quali l’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia, l’Istituto Comprensivo di Volterra e il Consorzio di Bonifica Toscana Nord.