Rifiuti, Herambiente compra il 100% della pisana Waste Recycling

[23 dicembre 2015]

waste recycling 2

Il Gruppo Hera, che da emiliano è ormai divenuto un gigante in Italia tra le multiutility, si è comprata la pisana di Waste Recycling Spa (insieme alle società interamente controllate Neweco Srl e Rew Trasporti Srl). Dell’operazione, conclusa tramite la società Herambiente, dà oggi notizia direttamente il Gruppo, che definisce i termini di un’operazione «importante. Waste Recycling è una realtà consolidata e ben posizionata all’interno di un importante distretto industriale, in provincia di Pisa, che rappresenta un’eccellenza nel panorama italiano degli operatori di filiera nel trattamento e nel recupero di rifiuti speciali. L’azienda, infatti, svolge da oltre 20 anni l’attività di raccolta, stoccaggio, trattamento, smaltimento e selezione di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, sia solidi che liquidi, attraverso le due sedi produttive di via Malpasso e via Usciana a Castelfranco di Sotto (Pisa)».

In particolare, nel 2014 la «Waste Recycling ha trattato circa 370 mila tonnellate di rifiuti speciali, di cui 283 mila tonnellate di reflui, fatturando circa 32 milioni di euro per l’80% concentrato nella regione Toscana. Può contare su un centinaio di dipendenti, 4 mila contratti e 3 mila clienti attivi». Tutto tranne che un’attività di nicchia, e l’acquisizione da parte di Herambiente è funzionale alla strategia commerciale della società, che come noto «punta all’utilizzo di piattaforme regionali e all’espansione della propria presenza extra-territorio». Quello toscano, dove sconta anni di ritardi in termini di aggregazioni ed economie di scala, diventa così territorio di conquista.