E.S.TR.A. S.p.A. colloca obbligazioni per un ammontare minimo di 30 milioni di euro

[3 giugno 2014]

La multiutility energetica E.S.TR.A. S.p.A ha deciso di affidare a Banca Popolare di Vicenza il mandato per la strutturazione di un prestito obbligazionario a un tasso fisso del 5%  per un ammontare nominale minimo di 30 milioni di euro. L’offerta di obbligazioni si rivolge al pubblico di investitori professionali e avrà una durata di 5 anni con scadenza nel 2019. Il capitale sarà rimborsato alla scadenza, gli interessi maturati saranno corrisposti su base annuale.

E.S.TR.A. S.p.A farà domanda di ammissione alla quotazione dello strumento obbligazionario presso il segmento ExtraMot Pro di Borsa Italiana.

L’emissione offre agli investitori professionali la possibilità di investire in una società che ha recentemente ottenuto da CERVED  il rating  B1.1, che la posiziona tra le imprese più solide e competitive del suo mercato di riferimento. Estra S.p.A. ha chiuso il 2013 con ricavi a quota 695,8  milioni di euro (in crescita del 7,4% rispetto al 2012), e un margine operativo lordo di 59,4 milioni di euro (rispetto ai 63,5 del 2012).

Il collocamento di mini bond è un passo importante nella direzione di finanziare uno sviluppo sano e continuo sul mercato”, ha affermato il presidente di E.S.TR.A. Roberto Banchetti. “L’azienda sta vivendo un periodo di espansione in molte realtà regionali. Nel centro Italia ad esempio abbiamo da poco costituito con Multiservizi di Ancona una newco, EDMA, azienda leader nelle Marche per la distribuzione di gas. Siamo certi che il collocamento odierno incontrerà un vasto sostegno e un’ampia adesione tra gli investitori”.

(Publiredazionale)