Fortissimo terremoto al largo del Messico, si teme uno tsunami nel Pacifico

E’ il più potente da 100 anni, poche vittime grazie alla prevenzione

[8 settembre 2017]

Secondo l’United States geological survey (Usgs) al largo delle coste a sud del Messico si è prodotto un sisma di magnitudo 8.1 della scala Richter, poi portata a 8.2 dal Centro Nacional de Prevención de Desastres del Messico. La prima scossa è stata sentita fino a Città del Messico, dove la gente è scesa in strada. Stanno facendo seguito numerose e forti  scosse di assestamento, il Servicio Sismológico Nacional de México ha detto di averne già contate più di 60.

Ci sarebbero una ventina di vittime e il presidente del Messico, Enrique Pena Nieto, lo ha definito «Il più potente sisma degli ultimi 100 anni. Dal 1932 non c’era stato un sisma di questa magnitudo» e poi ha annunciato  che lo Stato messicano del Chiapas è in stato di emergenza, dato che è quello che è stato più colpito dal terremoto. Sono anche state chiuse le scuole in 11 Stati che vanno dalla capitale federale fino al Chiapas.

Intervistato da Televisa. Il presidente messicano h confermato che «E’ un sisma di grande magnitudo. Può darsi che ci siano danni strutturali sia negli edifici che nelle case. In entrambi i casi, nelle prossime 24 ore potranno registrarsi repliche di un magnitudo superiore a 7, per questo chiedo che siamo prese misure di precauzione estreme».

Il Pacific Tsunami Warning Center  (Ptwc) ha detto che il terremoto sottomarino, il cui epicentro è stato individuato dell’Usgs a 119 km a sud-ovest  di Tres Picos a un profondità di 33 Km, e dal Servicio Sismológico Nacional   a 137 Km al largo di Tonalá, nello Stato del Chiapas,  potrebbe provocare onde pericolose  alte più di 3 metri che potrebbero colpire Messico, Guatemala, El Salvador, Costa Rica, Nicaragua,  Panama, Honduras ed Equador. Ma sarebbero a rischio anche la Colombia, le Hawaii e altre isole del Pacifico.

In Messico il precedente terremoto più forte era stato quello  del 19 de settembre del 1985 di 8.1 gradi della scala Richter, che fece migliaia di morti e che ha costretto il Messico a dotarsi di politiche di prevenzione  e di un cultura delle protezione civile fino ad allora praticamente assente.