Pisa: venti scienziati lanciano un laboratorio di ricerca sulla scienza dei dati

[15 luglio 2013]

Le “tracce digitali” che lasciamo in rete sono utili per fare previsioni in tema di crisi economiche, pandemie ed epidemie. Si tratta dei “big data” che ora verranno studiati in modo multidisciplinare dalla comunità scientifica che si è data appuntamento per giovedì 18 luglio all’Auditorium del Cnr dell’area della ricerca di S. Cataldo (PI).

L’evento è promosso da due istituti del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), l’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione (Isti) e l’Istituto di informatica e telematica (Iit), e dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa.

«Da Pisa, dove è nata l’informatica italiana, parte l’iniziativa di riunire la comunità scientifica che in maniera multidisciplinare, affronta i temi dei big data intendendosi quell’enorme mole di dati che tutti noi, cittadini, istituzioni e imprese anche involontariamente lasciamo quando usiamo internet con i nostri pc, tablet, smartphone» ha spiegato Domenico Laforenza, presidente del Cnr pisano.

L’evento rappresenta il lancio di un laboratorio di ricerca sui temi dei big data e del social mining che, a partire da una nucleo iniziale di scienziati toscani, intende aggregare una vasta rete europea di ricercatori di varie discipline. «I big data sono il nuovo microscopio che rende ‘misurabile’ la società – ha sottolineato Franco Turini, direttore del dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa – e, in prospettiva, possono aiutarci a prevedere crisi economiche, epidemie e pandemie, diffusione di opinioni, distribuzione delle risorse economiche o energetiche, bisogni di mobilità. Sono, insomma, nuovi strumenti per aumentare, o accelerare, la conoscenza e migliorare la qualità delle decisioni, sia a livello di singoli cittadini, che di istituzioni e imprese».

Oltre alle presentazioni divulgative dei ricercatori, il programma della giornata prevede due tavole rotonde con Stella Targetti (Vice Presidente Regione Toscana), Franco Accordino (Commissione europea), Emanuele Baldacci (dirigente Istat), Cosimo Comella (dirigente garante privacy), Flavia Marzano (Stati generali dell’innovazione), Renato Soru (AD di Tiscali), Oscar Cicchetti (CdA Telecom Italia), Gianluigi Gigliucci (Enel Ricerca).Il programma completo della giornata è disponibile sul sito www.sobigdata.eu).