Scoperta una nuova specie di marsupiale che fa sesso fino alla morte

Ma se l’Antechinus coda nera è già a rischio estinzione è per altro: il riscaldamento climatico

[27 febbraio 2014]

Un team di ricercatori australiani guidato da Andrew Baker  della Queensland University of Technology ha scoperto nelle regioni montane ad alta quota dello Springbrook National Park del Queensland (un’area patrimonio mondiale dell’Unesco) una nuova specie di marsupiale che ha un rapporto col sesso a dir poco frenetico.

La nuova specie, che sembra un topo con il naso rosa, ha zampe con cinque dita ed è stata battezzata Antechinus coda nera (Antechinus Arktos). Si tratta della terza specie del genere Antechinus scoperta negli ultimi due anni dal team di Baker, che comprende anche  ricercatori del Queensland Museum e del Queensland Parks and Wildlife Service.

Baker ha subito sospettato che questo animale, che sembra molto raro, fosse una specie  a parte quando lui ed il suo team si soni o imbattuti in un Antechinus coda nera nel maggio 2013 Perché aveva distintive  marcature giallo-arancio intorno agli occhi e sulla groppa, e una coda e zampe nere. Confrontandolo con il Dusky Antechinus, che vive nel sud-est dell’Australia, abbiamo pensato che fosse probabilmente nuovo».

Per catturare questo marsupiale i ricercatori australiani hanno posizionato circa 300 trappole innescate con burro di arachidi e avena. «Quando abbiamo preso il primo antechinus nero a coda in una trappola, abbiamo capito che eravamo di fronte a qualcosa di davvero speciale». Ma le sorprese non erano finite: «Gli antechinus maschi e femmine sono molto promiscui, i maschi si accoppiano per lunghi periodi di tempo con molte femmine per diffondere i propri geni – spiega Baker –  Le femmine partoriscono a grandi covate che includono la prole da diversi padri. Per aumentare le loro possibilità di  produrre più figli, i maschi si accoppiano per ore alla volta, con molte femmine. Questi baccanali sessuali fanno schizzare  alle stelle  i livelli di ormone dello stress degli animali, il che alla fine si traduce nella loro morte».  Infatti il deperimento fisico dei maschi porta i maschi a morire tutti prima che nascano i loro piccoli. Invece  alcune femmine (che sono tutte in grado di conservare lo sperma di più maschi),  sopravvivono per riprodursi più volte, mentre la  maggior parte muoiono dopo che la loro prima cucciolata è stata svezzata.

Nello studio “The Black-tailed Antechinus, Antechinus arktos sp. nov.: a new species of carnivorous marsupial from montane regions of the Tweed Volcano caldera, eastern Australia”, pubblicato su Zootaxa, i ricercatori descrivono la nuova specie, e che vive solo in aree di alta quota ed a forte piovosità nella caldera del vulcano Tweed nel sud-est del Queensland e del nord-est New South Wales, che nei rarissimi avvistamenti precedenti era stata considerata una variante del Dusky Antechinus (A. s. mimetes).  Gli scienziati australiani dopo aver passato in rassegna le diversità fisiche tra gli  Antechinus, dicono che «Emergono forti differenze genetiche tra le due specie: per il mtDNA, A. s. mimetes del nord-est del New South Wales è del 10% divergente da A. Arktos dalla sua località tipica nello Springbrook NP, Queensland».  Inoltre i teschi di A. Arktos teschi sono sorprendentemente diversi da tutte le altre sottospecie di A. swainsonii (che vive in Tasmania) e gli  A. Arktos sono nettamente più grandi di A. s.mimetes e A. s. swainsonii.

Gli  Antechinus Arktos sono stati trovati solo in alcuni siti di montagna contigui  nel sud-est del Queensland, e solo recentemente sono stati avvistati anche in località vicine con habitat delle stesse caratteristiche di.  Baker,che sta redigendo un elenco delle specie in via di estinzione, è molto preoccupato per la sorte di questo marsupiale “maniaco sessuale” appena scoperto: «La specie è probabilmente scarsamente abbondante- L’Antechinus coda nera negli ultimi decenni è stato plausibilmente negativamente influenzato dai cambiamenti climatici, e sarà ulteriormente a rischio con l’aumento dei trend al riscaldamento».

La scoperta dell’Antechinus piedi neri è comunque un bel colpo per Baker ed il suo team: trovare un nuovo mammifero è cosa rara e si riduce ad una manciata di nuove specie ogni anno, ma Baker è convinto che «L’Antechinus coda nera probabilmente non sarà l’unica nuova creatura ad essere rinvenuta nello  Springbrook National Park. La foresta pluviale Springbrook, una reliquia del Gondwana, è speciale ed unica – ha detto al Gold Coast Bulletin – Non mi sorprenderebbe che in quell’area ci fossero degli animali del tutto nuovi».