Scoperte nuove (e velenosisime) meduse giganti senza tentacoli [VIDEO]

Possono causare la sindrome Irukandji: dolore, nausea, vomito e, in casi estremi, ictus

[13 agosto 2014]

Le meduse sono tradizionalmente il terrore dei bagnanti sulle spiagge italiane, ma c’è chi se la passa peggio. Il ritrovamento, al largo delle coste della Western Australia, di una medusa gigante ed estremamente velenosa ha infatti sconcertato i ricercatori, perché sembra non avere tentacoli. L’Australian  Associated Press spiega che l’animale, che è stato chiamato Keesingia gigas,  è una delle due nuove specie di meduse Irukandji scoperte di recente dalla direttrice del Marine Stinger Advisory Services, Lisa-Ann Gershwin.

Che sottolinea: «Mentre normalmente le meduse Irukandji sono solo delle dimensioni di un’unghia, la Keesingia gigas è molto più  lunga e si crede provochi la potenzialmente mortale sindrome Irukandji», che può causare dolore, nausea, vomito e, in casi estremi, ictus e insufficienza cardiaca.

Esemplari di specie più piccolo, ma non meno pericolose di  medusa Irukandji, sono state trovate anche nell’emisfero nord, fino alle coste del Galles, mentre nell’emisfero sud il loro areale sembra arrivare fino a Melbourne in Australia e Città del Capo in Sudafrica.  Si ritiene che almeno 16 specie conosciute, quattro delle quali si trovano nell’Australia occidentale, causino la sindrome di Irukandji,

La Gershwin ha detto  che la Keesingia gigas  era già stata fotografata negli anni ‘80, ma non era mai stato catturato un esemplare fino al 2013, quando il grosso celenterato è stato preso nella zona di Shark Bay dallo scienziato marino John Keesing, da cui ora prende il nome la medusa. La Gershwin evidenzia che «In tutte le foto queste meduse non sembrano avere tentacoli ed anche l’animale catturato ne è sprovvisto. Una medusa ha sempre i tentacoli … è così che catturano il loro cibo. E’ nei tentacoli che si concentrano le  loro cellule urticanti. Alcune persone che lavorano con le meduse da anni sono state effettivamente punte ed j hanno subito una  sindrome Irukandji piuttosto angosciante».

Secondo i ricercatori la nuova specie potrebbero liberarsi dei tentacoli come mezzo di difesa, come una medusa bioluminescente che lascia cadere i suoi tentacoli luminosi per distrarre i predatori, ma non c’è una prova che le altre specie di meduse Irukandji abbiano questa capacità.

«Penso che più probabilmente abbia i tentacoli, ma che per caso gli esemplari che abbiamo fotografato e analizzato non li avessero più – conclude la  Gershwin –  Penso che sia probabilmente una spiegazione abbastanza azzardata, non so proprio cosa sia».

Videogallery

  • Ouch! - new species of deadly jellyfish found in Australia