Sostenibilità fa rima con solidarietà: il riciclo si unisce agli orti per l’Africa

La collaborazione tra Fondazione Slow Food per la Biodiversità e Ricrea

[26 novembre 2013]

Un originale e sostanzioso contributo economico per aiutare il progetto “Mille orti in Africa” da inserire in un salvadanaio realizzato in acciaio riciclato. Dalla collaborazione tra la Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus e Ricrea, il Consorzio nazionale per il riciclo e il recupero degli imballaggi in acciaio, è nata l’idea della distribuzione in tutta Italia di salvadanai in acciaio riciclato, per aiutare il progetto di cooperazione promosso dalla Fondazione. L’obiettivo del progetto è quello di avviare orti nelle scuole, nelle città e nei villaggi di 27 paesi africani.  «I salvadanai realizzati per Mille Orti in Africa sono imballaggi in acciaio, gli stessi che quotidianamente Ricrea assicura al riciclo in tutta Italia evitando che vadano persi in discarica –  ha spiegato Federico Fusari, direttore generale del Consorzio- Sono un segno tangibile di attenzione per l’ambiente, e in questo contesto anche uno strumento per veicolare un importante messaggio di solidarietà».

Gli speciali salvadanai  (ne sono stati distribuiti per ora oltre 10mila), ricavati dal riciclo dell’acciaio delle scatolette, barattoli, tappi, fusti e bombolette provenienti dalla raccolta differenziata, negli scorsi mesi sono stati protagonisti nelle più importanti manifestazioni enogastronomiche italiane:  dal Salone del Gusto di Torino a Slowfish a Genova, da Cheese a Bra al Vinitaly di Verona.  I salvadanai sono un veicolo per un’azione solidale: devolvere anche solo qualche spicciolo a sostegno del progetto. «Possiamo restituire agli africani il diritto al cibo e alla sovranità alimentare – ha dichiarato Carlo Petrini, fondatore di Slow Food – L’Africa rappresenta un osservatorio strategico in cui si concentrano le pressioni che stanno mettendo in crisi il nostro pianeta: le colture estensive per l’esportazione, le multinazionali, l’urbanizzazione.

Ecco perché è importante che chi come noi crede che un mondo diverso sia possibile, sostenga questa iniziativa. Ognuno con quello che può, non è importante la cifra, è importante esserci».  Per ora grazie a questa iniziativa sono stati raccolti oltre 16.000 euro per “Mille orti in Africa”, ma il contributo di Ricrea si è esteso: i  salvadanai in acciaio sono stati consegnati a tutte le osterie presenti nella guida “Osterie d’Italia”, per essere esposti accanto alle casse invitando così i clienti a una piccola donazione e anche tutte le scuole coinvolte nella Festa Nazionale degli Orti in Condotta hanno ricevuto un salvadanaio.  In tutto, il Consorzio ha realizzato 10.350 Salvadanai: 350 fusti da 220 litri di capacità (come un contenitore di petrolio) e 10.000 barattoli di taglia più piccola.  La raccolta prosegue fino al Salone del Gusto 2014, quando verranno tirate le somme dell’iniziativa.