A Talla soffia un vento nuovo: il Comune ora è energeticamente autosufficiente

Inaugurato il parco eolico in provincia di Arezzo

[16 aprile 2014]

È stato presentato pubblicamente il parco eolico in località Poggio alle Lame, passo La Crocina, nel comune aretino di Talla. Sono intervenute le scolaresche, gli organi di informazione, gli addetti ai lavori ed i rappresentanti delle istituzioni locali.

Luana Frassinetti, nel duplice ruolo di Amministratore delegato di Sienambiente Spa e CSAI Spa, si è fatta portavoce di tutte le aziende sottolineando come «l’appuntamento di oggi rispecchia la volontà di CSAI Spa, STA Spa, Bioecologia Srl e Siena Ambiente Spa di giocare un ruolo da protagonisti in questa nuova fase che vede un profondo e ormai indispensabile intreccio dei temi che riguardano l’ambiente, sviluppo, green economy e ricerca. Oggi – ha spiegato Frassinetti – è quindi un giorno importante per noi, perché vediamo concretizzarsi un progetto nel quale abbiamo creduto fortemente e che permetterà un potenziamento della produzione di energia da fonti rinnovabili con relativa riduzione di Co2 rispetto ai combustibili fossili».

Il parco eolico “La Crocina” è costituito da quattro aereogeneratori, prodotti dalla francese Vergnet,  a due pale e grazie all’innovativo sistema di ancoraggio, hanno un contenuto impatto ambientale e paesaggistico. Marc Rivard, il responsabile commerciale dell’azienda, ha dunque spiegato che «con i 4 aerogeneratori installati sul passo “La Crocina”, il comune di Talla è autosufficiente dal punto di vista del fabbisogno di energia elettrica. Grazie alle caratteristiche delle strutture di ancoraggio e sostegno delle pale studiate per facilitare gli interventi di manutenzione, al limitato intervento a terra per i basamenti dei piloni, all’altezza contenuta delle torri eoliche, l’opera inaugurata oggi garantisce un limitato impatto ambientale e un buon sfruttamento delle potenzialità della forza del vento di questa zona».

I lavori sono terminati a dicembre 2013 ed è seguito un periodo di test per il rodaggio dei motori. Nei primi tre mesi di attività il parco eolico di Talla ha prodotto 142.644 kWh di energia elettrica evitando l’immissione in atmosfera (rispetto ai combustibili fossili) di 67 tonnellate di CO2. La potenza nominale di ogni singolo impianto è di 200 kW con una capacità produttiva di 400.000 kWh/anno. Complessivamente quindi si ipotizza una cessione nella rete elettrica nazionale da parte del parco eolico di circa 1.600.000 kWh/anno, pari al fabbisogno medio annuale di circa 760 famiglie (utenze domestiche).

Al comune di Talla sono riconosciute “royalties” per un importo di 12.000 €/anno per 20 anni.  Il terreno su cui sorgono gli aerogeneratori può continuare ad essere utilizzato per scopi agro-silvo-pastorali, oltre che per scopi ludico ricreativi (trekking, mountain bike, ecc.). A tal fine sono stati inoltre installati due totem informativi (uno al parcheggio del Parco  ed uno in Paese)  per facilitare l’accessibilità al sito.

Il sindaco di Talla, Francesco Rocchio, nell’occasione della presentazione ha fatto gli onori di casa ed era visibilmente soddisfatto.  «Ormai da più di dieci anni si sono fatti avanti molte aziende, anche multinazionali, per costruire un parco eolico qui a Talla. Noi siamo sempre stati entusiasti dell’idea di poter sfruttare questa importanza fonte rinnovabile, ma gli impianti proposti erano troppo impattanti, sia per il numero di Pale proposte che per la loro tipologia – sottolinea il Sindaco – Fa invece piacere constatare che il progetto che più ci ha convinto è proprio quello presentato da aziende del territorio, toscane». Anche l’Arcivescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, Riccardo Fontana ha voluto esprimere vicinanza inviando il seguente messaggio: «Grato cortese invito inaugurazione Parco Eolico, mi felicito per l’iniziativa et esprimo ogni miglior successo auspicando ripresa lavoro per abitanti nostro territorio».