Terre di Siena Green: anche CoSviG firma il Patto di comunità

Il progetto Terre di Siena Green ha raggiunto 170 adesioni e si rafforza con la sottoscrizione di un Patto di comunità: anche CoSviG tra i firmatari.

[12 luglio 2013]

Il progetto Terre di Siena Green, nasce con l’intento di realizzare nel territorio della Provincia di Siena un sistema di green economy e si articola attraverso tre temi: energia, sistema agroalimentare e turismo sostenibile.

Le tre articolazioni in cui la Provincia lo ha declinato sono infatti: Terre di Siena Carbon Free, legato al progetto di azzerare il bilancio territoriale delle emissioni climalteranti entro l’anno 2015; Terre di Siena Filiera Corta per la promozione di un sistema agroalimentare locale teso a riposizionare l’alimentazione -con le sue funzioni non solo economiche ma anche sociali, ambientali e culturali- al centro dello spazio di vita dei cittadini; Terre di Siena Ospiti di Valore, che è un circuito di operatori che condividono l’impegno per il rispetto dell’ambiente, la valorizzazione della cultura e della tradizione locale, per un turismo sostenibile.

Per realizzare questo importante progetto, la Provincia ha avviato un percorso che ha coinvolto, per ognuno dei tre temi, imprese, enti pubblici e privati, produttori, consumatori e operatori del settore turistico ed ha predisposto il portale www.green.terresiena.it, che promuove le buone pratiche, i comportamenti virtuosi e i risultati raggiunti, dando ampia visibilità alle aziende aderenti.

Il circuito Terre di Siena Green ha già raggiunto 170 adesioni e adesso si rafforza con un Patto di comunità che vede l’ingresso della Camera di Commercio, al fianco della Provincia, nella promozione del progetto e l’adesione di undici importanti partner locali, tra cui anche CoSviG.

L’impegno collettivo -che è stato presentato e sottoscritto il 10 luglio, presso il Palazzo della Provincia- punta a coinvolgere tutto il territorio e i suoi attori principali, dai cittadini alle imprese fino ai visitatori.

Tra i firmatari del Patto di comunità, oltre a CoSviG, ci sono Acquedotto del Fiora, ChiantiBanca, Cna, Estra Spa, Nuove Acque, Sienambiente, Terrecablate Reti e Servizi Srl, Tiemme, Università degli Studi di Siena e Università per Stranieri di Siena.

Gli undici soggetti, impegnati da tempo nella promozione di politiche ambientali all’insegna della sostenibilità, metteranno a disposizione -ognuno secondo la propria natura di soggetto commerciale, istituzionale o di servizio- agevolazioni economiche, attività di consulenza e campagne di educazione e informazione per stimolare un contributo crescente e consapevole allo sviluppo sostenibile delle Terre di Siena.

«Il Patto di comunità –ha detto il presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini- punta a mettere a sistema e a favorire l’integrazione di tutti i soggetti che possono portare un contributo concreto allo sviluppo sostenibile del nostro territorio, stimolandone il rilancio e una crescente competitività. Le singole azioni messe in campo dai diversi partner, forti anche della loro esperienza nelle politiche ambientali promosse finora nei rispettivi ambiti, sosterranno la rete delle imprese green e stimoleranno nuove adesioni ai tre filoni del progetto nell’ambito della tutela ambientale, della promozione della filiera corta agroalimentare e della cultura dell’accoglienza. Ringrazio ogni partner che ha aderito finora al Patto per la sensibilità mostrata verso il progetto e per il contributo che porteranno, ognuno per le proprie competenze e possibilità, con l’auspicio che il loro ingresso possa offrire nuovo impulso e prospettiva al Terre di Siena Green».

Il Patto di comunità impegna la Provincia, i Comuni, la Camera di Commercio, le altre istituzioni locali, le associazioni di categoria e tutti i soggetti promotori e sostenitori del progetto Terre di Siena Green a sviluppare ulteriormente la rete di imprese, enti, associazioni e cittadini che è già alla base del Circuito Terre di Siena Green, con l’obiettivo di stimolare l’adozione crescente e consapevole di scelte e comportamenti, individuali e collettivi, compatibili con lo sviluppo sostenibile e con la green economy, che può rilanciare la provincia di Siena in termini di sviluppo economico e competitività.

Le azioni saranno tese a favorire l’adesione alla rete Terre di Siena Green con incentivi, agevolazioni, attività d’informazione e servizi di consulenza; a comunicare con modalità coordinate e congiunte gli impegni e i risultati raggiunti, le buone pratiche e i comportamenti virtuosi e, infine, a promuovere accordi di partenariato con il sistema bancario e le società di servizi per raggiungere gli obiettivi fissati.

«La provincia di Siena –ha detto il direttore di CoSviG, Sergio Chiacchella- ha da tempo avviato un percorso di uso sostenibile delle risorse; il patto di comunità oggi sottoscritto anche da CoSviG rappresenta un’azione concreta in questa direzione. L’adesione ad una rete per la diffusione e messa a disposizione degli Enti Pubblici, imprese e privati cittadini delle conoscenze, tecnologie che possono contribuire ad uno sviluppo a minor impatto e quindi alla valorizzazione di un territorio di alto pregio, come è quello di Siena, è perfettamente in linea con i nostri scopi sociali.

CoSviG metterà a disposizione le proprie esperienze e conoscenze acquisite nel settore dell’energia e, più in generale delle questioni ambientali, cercando al tempo stesso di acquisire esempi di buone pratiche da replicare nei territori di propria competenza».