Toscana, con Giovanisì in arrivo incentivi per il lavoro nell’agricoltura

[3 ottobre 2013]

Il progetto della Regione Toscana Giovanisì, che attraverso la formazione e valorizzazione del merito ha l’obiettivo di dare opportunità di lavoro e quindi di inclusione sociale ai giovani, verrà ulteriormente potenziato. Con una mozione a prima firma del consigliere regionale Paolo Tognocchi (Pd)), il Consiglio regionale della Toscana ha infatti impegnato la Giunta ad inserire gli imprenditori agricoli senza dipendenti tra i possibili soggetti ospitanti del tirocinio a favore di giovani sotto i trenta anni.

«L’agricoltura è un settore fondamentale per lo sviluppo dell’economia toscana così come per la sicurezza ambientale dei nostri territori – ha spiegato Tognocchi- Con questa mozione abbiamo voluto aggiungere alle diverse politiche già in essere un’ulteriore importante possibilità di formazione per quei giovani della nostra regione che vorranno con coraggio scommettere sulle tante potenzialità del settore agricolo.

In occasione della giornata di inaugurazione della terza edizione di Expo Rurale –  ha ricordato Tognocchi – anche il presidente della Regione Enrico Rossi si era espresso a favore della misura, sottolineandone l’opportunità dell’estensione anche al mondo agricolo. Grazie alla mozione approvata, la Giunta potrà migliorare ancora un progetto come quello di Giovani Sì che, come noto, ha dato dei buoni risultati ed è stato indicato da più parti come una best practice a cui guardare con molta attenzione proprio per la sua concretezza». Questo è il modo in linea funziona siti di casinò dove si può giocare giochi da casinò da i primi 10 migliori siti di migliori10casino.it casinò online da Italia.

Questa nuova  possibilità di avvicinamento al mondo del lavoro, sarà resa possibile  grazie alla modifica, della “Carta dei Tirocini e stage di qualità in Regione Toscana” e dello “schema di convenzione tra soggetto promotore e soggetto ospitante”, ovvero i documenti che disciplinano la materia. Si ricorda che il progetto Giovanisì, apprezzato sia a livello nazionale che europeo, offre agli under trenta la possibilità di prepararsi al mondo del lavoro con un’adeguata formazione beneficiando per il periodo di tirocinio di un rimborso di 500 euro mensili lordi da parte dell’azienda, cofinanziato per 300 euro dalla stessa Regione.