Interrogazione parlamentare sull’ampliamento della cava di caolino all’Elba

La senatrice Petraglia(SI): impensabile devastare un’intera collina

[14 novembre 2017]

Dopo le osservazioni di Legambiente, abitanti della Zona e Comune di Capoliveri alla variante urbanistica che permetterebbe l’ampliamento della cava di Caolino della Crocetta nel Comune di Porto Azzurro, la vicenda approda in Parlamento: «Come è possibile che nella bellissima Isola d’Elba si rimuova il crinale di una collina per ampliare una cava di caolino?», si chiede e chiede a governo e Regione Toscana la senatrice di Sinistra italiana Alessia Petraglia.

La parlamentare di Sinistra ricorda che «Presso l’area della Crocetta, nel Comune di Porto Azzurro, quasi ai confini con i Comuni di Portoferraio e Capoliveri, è stata manifestata l’intenzione, attualmente al vaglio della Regione, di ampliare la miniera Eurit. Un ampliamento che avverrà con una modalità di estrazione particolarmente impattante e che avrà la conseguenza di affettare un pezzo di Isola d’Elba».

In una nota della senatrice Petraglia si legge: «Chiediamo al Governo, con una interrogazione, di verificare con la Regione se la pianificazione territoriale sia avvenuta in modo corretto e se tale previsione rispetti le regole di tutela del paesaggio e dell’ambiente. Quell’area, giustamente, è una delle più vincolate d’talia e non si capisce come si possa pensare di sbancare un’intera collina compromettendo definitivamente un paesaggio di grande valore come quello elbano».