Intesa ministero dell’ambiente – Regione Toscana per la difesa della costa: 1,34 milioni di euro

Una serie interventi pilota sulla costa di Piombino, Rosignano Marittimo e San Vincenzo

[10 gennaio 2018]

Il ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e la Regione Toscana hanno firmato un protocollo d’intesa per la realizzazione di interventi pilota per la difesa della costa dai fenomeni di erosione e dagli effetti dei cambiamenti climatici che è  stato presentato a San Vincenzo da sottosegretario all’ambiente, assessore regionale all’ambiente e sindaco di San Vincenzo.

Secondo la Regione, «Il protocollo è il risultato di un approccio fondamentale che vede un contesto istituzionale fortemente coeso nell’intervenire a salvaguardare uno dei tratti più belli della costa toscana. Con questa intesa (il cui schema è stato approvato dalla Giunta regionale il 27 dicembre scorso) le parti si impegnano a promuovere la realizzazione di interventi pilota, sulla base delle indicazioni derivanti dalle “Linee Guida Nazionali per la difesa della costa dai fenomeni di erosione e dagli effetti dei cambiamenti climatici”».

Sulla sua pagina Facebook la Velo spiega che «L’intesa prevede la realizzazione di una serie interventi pilota sulla costa di Piombino, Rosignano Marittimo e della stessa San Vincenzo, dove è previsto il ripascimento dell’arenile, basati sulle linee guida nazionali fissate per affrontare nel modo migliore possibile la piaga dell’arretramento della costa. Progetto illustrato insieme all’assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo, Federica Fratoni, che insieme a me ha firmato il protocollo, al consigliere regionale Gianni Anselmi e al sindaco di San Vincenzo, Alessandro Bandini. Un altro passo a difesa del nostro mare e della blue economy è stato compiuto».

Si tratta di opere  per 1.337.608,08 euro messi a disposizione dal ministero dell’ambiente, e finalizzati a «mitigare il rischio derivante dall’erosione costiera, tenuto conto anche degli effetti dei cambiamenti climatici e a garantire una corretta e sostenibile gestione della fascia costiera».

Ecco quali sono gli interventi pilota individuati lungo le coste toscane:

Sistemazione morfologica della spiaggia di Vada, in comune di Rosignano Marittimo (che consiste nella realizzazione di alcune scogliere oltre ad interventi di ripascimento), per il quale la Regione Toscana ha attualmente in corso la procedura di gara per l’affidamento dei lavori;

Ripascimento dell’arenile di San Vincenzo – 1° lotto (che prevede di riconfigurare la scogliera sommersa a sud del porto oltre ad un intervento di ripascimento), la cui progettazione esecutiva è in corso di conclusione da parte del Comune di San Vincenzo in virtù dell’accordo di collaborazione sottoscritto con la Regione Toscana il 9 novembre 2016;

Riequilibrio e ripascimento dell’arenile della costa est del golfo di Follonica – 1° stralcio, la cui progettazione è in corso da parte della Regione Toscana.

La Regione sottolinea che «L’attuazione degli interventi individuati consentirà di ottenere una sensibile riduzione dei rischi ai beni esposti connessi ai progressivi fenomeni di arretramento della linea di riva, nonché alla tutela, riqualificazione e valorizzazione di alcuni tratti costieri della Toscana. Saranno inquadrati i fenomeni che causano l’erosione costiera al fine di avviare un percorso di riequilibrio del ciclo dei sedimenti nella misura maggiore possibile e di attuare soluzioni che tengano conto anche degli effetti dei cambiamenti climatici».