Isola del Giglio, strada per il faro del Fenaio: la minoranza contrattacca

Ma la strada contestata anche da Legambiente è quasi finita

[5 aprile 2017]

Dopo che il Sindaco dell’Isola de Giglio, Sergio Ortelli (centro-destra) aveva risposto alle richieste di chiarimenti di Legambiente Arcipelago Toscano sulla realizzazione di una strada di accesso al Faro del Fenaio dicendo che era tutto in regola, dopo un burrascoso consiglio comunale nel quale si sarebbe dovuto discutere del tema, il gruppo consiliare di minoranza di Progetto Giglio (centro-sinistra) ha presentato un’interrogazione a risposta scritta sulla “Sponsorizzazione per la realizzazione di lavori di manutenzione e ripristino della  Strada del Fenaio”, ricordando che «Già dal Dicembre scorso ed in vari Consigli Comunali avevamo chiesto chiarimenti mai forniti  fino al Consiglio Comunale del 24 Marzo 2017 dove addirittura ci è stato negato di fare qualsiasi domanda nonostante fosse inserita al punto 3 dell’Ordine del Giorno la relativa interpellanza».

Quindi «al fine di meglio comprendere gli aspetti tecnici di tale progetto» i tre consiglieri di minoranza (Paola Muti,      Alessio Agnelli e Gabriello Galli  chiedono alcuni chiarimenti sulla strada per il Fenaio al Sindaco Ortelli: «se trattasi di manutenzione oppure di ristrutturazione;  se sarà ad uso carrabile o no; in caso di uso carrabile se si è tenuto conto delle opere di sicurezza stradale (protezioni a valle, drenaggi acque meteoriche); in caso di uso carrabile se sono state previste  zone di scambio tra mezzi provenienti da direzioni opposte e zone d’ inversione di marcia a fine tracciato; se tale opera preveda allargamenti su terreni limitrofi, ed eventualmente non espropriati,  che possono  esporre il Comune a possibili rivalse di terzi; ad opera ultimata a chi spetterà la manutenzione ordinaria e straordinaria tenuto conto che dovrà essere tenuta in perfetto stato di utilizzo; se, come previsto dal Regolamento sulle Sponsorizzazioni, è stato ritenuto congruo all’opera il valore della sponsorizzazione e se questa comporti costi extra per il Bilancio comunale».

I consiglieri di Progetto Giglio segnalano anche «l’evidente refuso presente nell’allegato B alla delibera di Giunta n. 56 del 7 Novembre 2016 pubblicato all’Albo Pretorio dove l’oggetto della sponsorizzazione sarebbe “la realizzazione delle opere di arredo urbano in Piazza Thaon De Revel in Località Giglio Porto”».

Intanto, come dimostrano le foto che pubblichiamo, inviate da un escursionista a Legambiente Arcipelago Toscano, i lavori della strada vanno avanti e sono arrivati quasi al faro.