Legge contro il consumo di suolo, la proposta in Emilia non si ferma

[13 febbraio 2014]

L’iniziativa di Legambiente Emilia-Romagna per fermare il consumo di suolo va nella giusta direzione e per questo la sottoscriviamo. I drammatici eventi alluvionali delle ultime settimane hanno confermato, se mai ve ne fosse bisogno, l’importanza delle politiche di prevenzione del rischio idrogeologico.

Lo stop al consumo di suolo, la manutenzione del territorio, la messa in sicurezza di case ed edifici pubblici, scuole e ospedali in primis, devono essere al centro di una nuova politica che sia in grado di prevenire le emergenze ed affrontare al contempo la crisi economica. Oltre a garantire maggiore sicurezza per i cittadini e per l’ambiente, queste politiche rappresentano infatti una straordinaria occasione per produrre occupazione legata al territorio.

Puntare al consumo di suolo zero, al recupero del patrimonio edilizio esistente e investire in prevenzione sono priorità al centro di iniziative legislative e del lavoro della VIII Commissione Ambiente della Camera.

E’ anche lo spirito della recente proposta di una moratoria sul consumo di suolo e sulle nuove edificazioni lanciata dal Prefetto Gabrielli per fare fronte al rischio idrogeologico del nostro fragile Paese.

di Ermete Realacci, Tiziano Arlotti, Alessandro Bratti