Legge sulle cave, la Giunta regionale toscana approva lo schema di regolamento

Banca dati centralizzata, più controlli e personale addetto

[29 settembre 2015]

Cave Toscana

Su proposta dell’assessore a infrastrutture, trasporti e territorio Vincenzo Ceccarelli, la Giunta regionale della Toscana ha approvato lo schema di regolamento di attuazione dell’articolo 5 della legge regionale 35 del 2015, “Disposizioni in materia di cave”. L’atto dovrà ora essere esaminato dalla commissione consiliare competente, per poi tornare in giunta per l’approvazione definitiva.

Il regolamento prevede l’istituzione di una banca dati centralizzata per condividere le informazioni tra i soggetti coinvolti per esercitare le funzioni di controllo sul territorio e verificarne lo stato di attuazione nonché la loro efficacia.

La Regione effettuerà l’attività di controllo anche attraverso verifiche dirette, con sopralluoghi, e può essere svolta in collaborazione con altri soggetti competenti in materia di vigilanza e controllo.

Per lo svolgimento delle funzioni di pianificazione delle attività estrattive, e di coordinamento, monitoraggio e controllo e per  la valutazione di impatto ambientale regionale, verrà rafforzata la pianta organica regionale con personale proveniente da  Province e Comuni.

Ceccarelli spiega che «Attraverso la proposta di regolamento si avvia la fase attuativa della legge 35/2015 nel quadro più ampio della riforma regionale della materia, la cui prossima tappa sarà l’avvio del procedimento per il piano regionale cave. Lo schema di regolamento approvato riguarda da un lato gli allegati tecnici necessari per le domande di autorizzazione per i progetti definitivi di coltivazione delle cave; e dall’altro le modalità per l’esercizio delle funzioni di controllo assegnate agli uffici regionali e comprensive delle attività di coordinamento».