Piano del Porto di Marciana Marina, Goletta Verde consegna ufficialmente la Bandiera Nera al Sindaco

Lettera di Muroni e Frangioni: rispetto della bellezza del magnifico lungomare e del paesaggio marino e costiero

[27 luglio 2016]

Marciana Marina Elba Goletta Verde 2

Dopo il blitz di Goletta Verde del 23 giugno contro il Piano Portuale di Marciana Marina, durante il quale venne assegnata al Sindaco Andrea Ciumei la “bandiera nera”, ora il poco ambito vessillo è stato consegnato ufficialmente con una lettera  al primo cittadino del più piccolo Comune della Toscana.

Rossella Muroni  presidente nazionale di Legambiente, e Maria Frangioni presidente del circolo del Cigno Verde dell’Arcipelago Toscano, ricordano al Sindaco marinese che «La bandiera nera Le viene conferita in relazione all’approvazione del Piano del Porto turistico di Marciana Marina, per il quale, insieme a tanti suoi concittadini, esprimiamo la nostra viva preoccupazione. Riteniamo, infatti, che il progetto del porto, così come è stato presentato, rappresenti un pericolo per la qualità ambientale, per il paesaggio, per il meraviglioso gioiello del golfo di Marciana Marina, che certamente Lei ha a cuore, e che rischia di essere deturpato da un piano di così pesante impatto».

Le due esponenti ambientaliste sottolineano: «Non siamo in nessun modo contrari alla realizzazione di un approdo turistico a Marciana Marina ma, proprio perché siamo abituati a studiare approfonditamente tutti gli aspetti di pianificazione che abbiano una ricaduta sul territorio, riteniamo che il progetto debba essere rivisto in modo da essere meno d’impatto, più rispettoso dei delicati ecosistemi marini e costieri (la presenza di posidonia oceanica, di pinna nobilis e di cavallucci marini e il rischio erosione sono elementi di per sé sufficienti ad invocare la più assoluta cautela) e nel rispetto della bellezza del magnifico lungomare e del paesaggio marino e costiero possa essere realmente occasione di sviluppo».

Muroni e Frangioni rispondono anche a quanto dichiarato ad alcuni quotidiani nazionali e locali da Ciumei che accusava l’Associazione ambientalista di essersi schierata con interessi particolari: «E’ inutile e superfluo ribadire che da parte di Legambiente, nazionale e locale, non esiste alcun “interesse lobbistico” che abbia a che fare con il porto di Marciana Marina, né alcun tentativo di strumentalizzazione è venuto da soggetti altri».

La lettera di consegna della bandiera nera al Sindaco Ciumei si chiude con «La speranza che sia ancora possibile aprire con l’amministrazione comunale da Lei rappresentata, così come con la Regione Toscana, la Soprintendenza e le altre istituzioni interessate, il fecondo scambio di riflessioni e il proficuo dibattito che dovrebbe accompagnare ogni progetto per lo sviluppo del territorio».