Rischio idrogeologico, gli studenti grossetani studiano l’Ombrone in gommone

Gli studenti dell’Agrario faranno un elaborato e un video per capire il rischio idrogeologico

[3 maggio 2017]

L’obiettivo principale del Progetto di giornalismo scientifico di Terramare, che coinvolge gli studenti della classe III dell’Istituto Agrario di Grosseto, indirizzo gestione del territorio, è quello di «Dare agli studenti una coscienza civica e ambientale, insegnandogli anche a comunicarla giornalisticamente e in maniera scientifica».

Il progetto è entrato nel vivo con l’uscita che i ragazzi hanno fatto oggi sui gommoni lungo il fiume Ombrone, per conoscere da vicino l’elemento acqua.

Maurizio Zaccherotti, presidente dell’associazione Terramare Uisp e vicepresidente Uisp di Grosseto, spiega che «La finalità principale del progetto è quella di formare nei ragazzi una coscienza civica e ambientale da trasmettere all’esterno diventando a loro volta protagonisti del territorio. Tutto questo attraverso la conoscenza della Maremma e delle sue caratteristiche principali, come la flora, la fauna e gli ecosistemi. Saper riconoscere l’ambiente circostante, sapere come tutelarlo e capire come comunicarlo al meglio dal punto di vista scientifico è ciò che gli studenti sapranno fare a fine progetto. Oltre a lezioni teoriche in classe porteremo i ragazzi direttamente sul fiume per cercare di comprendere il rischio idrogeologico che ne potrebbe scaturire, comunicandolo poi in maniera scientifica con un elaborato che gli stessi ragazzi faranno e un video finale di chiusura sullo stato del nostro fiume».

Oltre al primo incontro in classe, che si è tenuto il 2 maggio, e la prima uscita in gommone di oggi, gli studenti si incontreranno il 9 e il 15 maggio per lezioni teoriche in classe con i tecnici Terramare, per poi fare 3 ore di simulazione il 16 maggio, in cui intervisteranno anche agricoltori e tecnici del Consorzio bonifica, per poi chiudere il 17 maggio con l’ultima uscita in gommone. In totale 8 ore di lezioni teoriche e 2 uscite didattiche da 5 ore l’una, per un progetto che possa finalmente far capire agli studenti grossetani la bellezza ma anche i pericoli del territorio.

Al termine del progetto, gli studenti grossetani dell’Agrario dovranno creare, dopo aver studiato e valutato il corso del fiume, un elaborato giornalistico su base scientifica e un video che spieghi la situazione e i rischi che corre il nostro fiume, con interviste ad esperti di settore.