Romanelli (Sel): «Sulla variante alla Tirrenica si faccia chiarezza»

[26 agosto 2013]

Sulla vicenda Autostrada Tirrenica, ovvero sulla proposta di ulteriore variante da parte di Sat al tracciato autostradale che riguarda il tratto Fonteblanda-Ansedonia, giunta in Regione l’8 Agosto e notificata agli enti locali il 22, e tuttora non pervenuti presso gli uffici di Provincia di Grosseto e Comuni interessati, interviene anche il consigliere regionale di Sel Mauro Romanelli.

«Intanto spero che in brevissimo tempo si recuperi il problema di metodo, di fiducia reciproca tra le Istituzioni e di trasparenza», scrive il consigliere. «Con sollievo prendo atto delle dichiarazioni dell’Assessore Ceccarelli rispetto al fatto che non ci sono scadenze immediate e che sarà assicurato il coinvolgimento degli Enti Locali. Questa è una dichiarazione importante e credo che la nostra amministrazione regionale debba sentire il dovere politico, oltre che formale di legge, di farsi carico anche con proprie iniziative della massima trasparenza e del massimo coinvolgimento, vista anche l’assunzione di responsabilità, legittima ma certamente non di piccolo rilievo, che la giunta toscana si è presa a suo tempo decidendo di non seguire le indicazioni della Provincia di Grosseto e del Comune di Orbetello».

«Per questi motivi – aggiunge Romanelli – rivolgo la preghiera all’Assessore Ceccarelli di fare in modo che la Documentazione pervenga finalmente in questi prossimi giorni dagli uffici della Regione a quelli degli Enti Locali, senza che si debba aspettare il Ministero. Le preoccupazioni circa una possibile modifica del tracciato con l’attraversamento dell’area termale dell’Osa, il passaggio sulla Collina di Fonteblanda e l’ipotesi di realizzazione di un tunnel nell’area di Orbetello Scalo, paventata dai Consiglieri Baldanzi e Bisconti di Sel, è anche la mia: spero quindi che si potrà rapidamente avere in mano le carte per conoscere le intenzioni di Sat».