Il presidente della Regione Toscana chiede il raddoppio della Pistoia-Lucca

Rossi contro Ferrovie: «Grazie ai rallentamenti ci guadagna due volte»

«400 milioni di euro per dare una risposta a 40.000 pendolari»

[21 gennaio 2014]

Stamani per raggiungere Lucca da Firenze abbiamo impiegato 1 ora e 45 minuti. Ieri sera per arrivare a Firenze da Roma, un’ora e mezza. Credo sia indispensabile prevedere il raddoppio del tratto tra Pistoia e Lucca: con 400 milioni di euro per dare una risposta ai 40.000 pendolari che ogni giorno utilizzano questa linea.

Il binario unico rallenta la circolazione e i tempi si allungano di almeno mezz’ora. Ferrovie si fa pagare in base al tempo impiegato e più tempo si occupano i binari più si paga. Morale: rinviando gli investimenti per raddoppiare la linea, Ferrovie ci guadagna due volte, risparmiando sugli investimenti e incassando di più dal contratto di servizio. Le Regioni sono quindi “cornute e mazziate”. Per raddoppiare la Pistoia-Lucca servono solo 400 milioni.

Se penso che si sono spesi 90 miliardi per l’AV che trasporta circa 100mila passeggeri al giorno non vedo perché non investire 400 milioni per una linea ad alta frequentazione come questa. Spetta a Governo e Ferrovie fare questo investimento e noi continueremo a chiedere che venga realizzato. Vogliamo che il raddoppio sia previsto nel contratto di servizio. Naturalmente la Regione è pronta a fare la sua parte, così come stiamo facendo con un investimento di 35 milioni di euro che ci permetterà di eliminare 11 passaggi a livello tra Pistoia e Montecatini e migliorare il servizio su questa linea.

Lo ha dichiarato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, stamani al suo arrivo alla stazione di Lucca per l’inizio della sua visita nella Piana lucchese per l’ottava tappa del suo “Viaggio in Toscana”, il tour che lo porterà in tutte le 34 zone che compongono la regione.

di Enrico Rossi, presidente Regione Toscana