greenreport.it e il manifesto insieme sul Gambero Verde

greenreport.it e il manifesto insieme sul Gambero Verde

«Il Gambero Verde vuole farsi promotore e portavoce di una nuova cittadinanza ambientalista. Vuole essere uno strumento per illuminare questo mondo e accompagnarne le grandi campagne di comunicazione. Notizie, reportage, interviste, rubriche, recensioni in un inserto settimanale che racconterà i tratti di un futuro ecosostenibile, capace di svecchiare modi di produrre e di consumare, stili di vita e nuove frontiere della ricerca».

Così Norma Rangeri, direttrice de il manifesto, descrive la nuova creatura che trova spazio tra le pagine della storica testata ogni giovedì: un nuovo supplemento ecologista che, a cadenza settimanale, si offrirà ai lettori in edicola (e online) con la collaborazione di numerose firme, comprese quelle di greenreport.

Il Gambero Verde richiama nel nome e nella foliazione il celebre Gambero Rosso, nato 31 anni fa come inserto mensile di otto pagine proprio del manifesto. Anche il suo omologo verde porrà attenzione al cibo buono, sano e pulito di cui tutti abbiamo bisogno, ma il suo focus sarà più ampio, esplorando quei temi chiamati a essere protagonisti del XXI secolo: green economy e sostenibilità. Una mission alla quale anche greenreport collabora volentieri, raccogliendo in questa rubrica una selezione degli articoli che troveranno man mano spazio tra le colonne del Gambero.

 

In Toscana lo Slow food è geotermico

Reportage. In visita al Podere Paterno, capofila della Comunità del cibo a energie rinnovabili. Dove il cibo è buono, pulito e giusto. Con l’energia del sottosuolo

Vivono in Toscana gli agricoltori custodi della Comunità del cibo a energie rinnovabili, grazie a un’intesa tra Slow Food e CoSviG. Nel cuore della Toscana dal cuore caldo, dove da sempre ribolle l’energia geotermica, mille pecore da latte pascolano sui centocinquanta ettari del Podere Paterno, azienda agricola che custodisce una tradizione casearia lunga ormai tre...

Pomarance è il comune più geotermico d’Italia

Pomarance è il Comune con la più alta produzione di energia geotermica al mondo. Sin dall’antichità l’area geotermica tradizionale toscana, il cui centro è Larderello, nel Comune di Pomarance, era nota come la Valle del diavolo. Oggi i caratteristici soffioni e le fumarole che filtrano dal terreno costituiscono un’attrattiva turistica, ma un tempo la loro...