Vergine

Dai una bella scrollata ai tuoi rami, Vergine, butta giù le foglie morte e fai volare via i passeri che si nutrono della tua linfa. Corri il rischio di patire il freddo piuttosto che coprirti con dei panni sporchi. Resisti stoicamente a due ghiacciate notturne, poi piano piano riprendi possesso di tutti i tuoi organi. Sei tu, da solo, ma vivo, infreddolito, ma libero. Pronto a ricoprirti di un vischio verde e tenero sotto il quale gli innamorati faranno a gara per baciarsi.

Illustrazione Martina Binosi