[19/07/2007] Trasporti

48 comuni tornano a sognare la grande pista ciclabile sull´Arno

FIRENZE. Una pista ciclabile che costeggia l’arno e unisce 48 comuni. No, non è un sogno, ma un progetto che è torna d’attualità in Regione Toscana. Si tratta della “Ciclopista dell’Arno”. A Firenze si è tenuto un incontro tra l’assessore regionale all’ambiente Marino Artusa, le province di Arezzo, Firenze, Pisa e buona parte dei 48 comuni interessati. Durante l’incontro gli enti locali hanno fatto il punto sullo stato dell’opera e sulle varie iniziative progettuali in atto.

Per l’assessore Artusa molto è stato fatto anche se esistono ancora vari punti scollegati tra loro: «Per unire in modo organico i numerosi tratti di viabilità ciclabile esistenti ho incaricato l’Ufficio Regionale per la Tutela dell’Acqua e del Territorio di Firenze, Arezzo, Prato e Pistoia (Urtat), di compiere un’analisi approfondita sulla situazione esistente e coordinare le varie iniziative promosse dai singoli enti territoriali. E’ necessario un vero e proprio programma di coordinamento da parte della Regione Toscana che si propone in primo luogo di dare supporto tecnico, e dove possibile anche economico, alla realizzazione dei tratti di pista mancanti e, in secondo luogo, di uniformare per quanto possibile i criteri tecnico progettuali e la relativa segnaletica».

Durante l’incontro Artusa ha toccato anche l’argomento della gestione e della manutenzione della futura ‘Ciclopista dell’Arno’: «Il nostro desiderio è quello di affiancare agli enti preposti i cittadini, il volontariato, gli appassionati di ciclismo, l’associazionismo ambientale affinché la pista sia sentita da tutta la comunità come propria”. A tal proposito sarà promossa una mirata e incisiva campagna di comunicazione al fine di ribadire l’importanza ambientale e turistica della ciclovia e allo stesso tempo renderla un’importante linea di viabilità ordinaria per i toscani che vivono lungo l’Arno».

Torna all'archivio