[24/08/2009] News

L'Algeria coordinerą l'Africa verso Copenhagen

LIVORNO. L'Algeria è stata incaricata di coordinare i Paesi africani per quel che riguarda il cambiamento climatico. Lo ha annunciato la direttrice per l'ambiente e lo sviluppo sostenibile del ministero degli esteri di Algeri, Latifa Benazza, che ha spiegato al giornale La Tribune che «Questa situazione esige dal nostro Paese una presenza a tutte le riunioni dedicate al fenomeno».

La petrolifera Algeria sarà quindi il Paese leader africano al summit mondiale di Copenhagen a dicembre ed il sito del ministero degli esteri conferma che «un incontro di concertazione e di coordinamento tra diversi ministeri si è già tenuto giovedi scorso ad Algeri per preparare questo avvenimento. La riuniuone ha messo insieme diiversi ministri, tra i quali, in particolare, quelli degli affari esteri Mourad Medelci, dell'energia e delle miniere Chakib Khelil e della gestione del territorio, dell'ambiente e del turismo Chérif Rahmani. Erano anche presenti dei funzionari dei tre dipoartimenti ministeriali e degli esperti nelle problematiche dei cambiamenti climatici.

Secondo la Benazza questi incontri permettono all'Algeria di essere ben rappresentata e che i suoi interessi vengano tenuti di conto, cosa importante perché «Il Paese è vulnerabile sul piano climatico».

Intanto oggi ad Addis Abeba, la capitale dell'Etiopia, prende il via la prima riunione della conferenza dei Capi di Stato e di governo dell'Unione africana (Ua - nella foto) sui cambiamenti climatici alla quale partecipano numerosi scienziati ed esperti internazionali.

L'Algeria si trova quindi a fare da "portavoce" della posizione comune dell'intero continente sui cambiamenti climatici sollecitata a febbraio dal summit dell'Unione africana che prevede una delegazione abilitata a trattare a Copenhagen a nome di tutti i Paesi dell'Ua.

A luglio a Syrte, in Libia, la conferenza dei Capi di Stato e di governo dell'Ua ha approvato la Déclaration d'Alger del maggio 2009 che rappresenta la piattaforma comune dell'Africa a Copenhagen e lo stesso summit ha autorizzato l'adesione dell'Ua alla Convenzione quadro dell'Onu sui cambiamenti climatici ed al Protocollo di Kyoto.

Torna all'archivio