[04/11/2010] News

Giornate europee dello sviluppo il 6 e 7 dicembre a Bruxelles, pensando a Cancun

BRUXELLES. Il 6 e 7 dicembre la Commissione europea, in collaborazione con la presidenza di turno belga dell'Unione europea, organizzerà la quinta edizione delle Giornate europee dello sviluppo a Bruxelles. Sarà il presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso, ad aprire questo importante forum politico che riunisce Capi di Stato e di governo di Europa ed 'Africa e del resto del mondo, rappresentanti di governo ad alto livello, Agenzie internazionali e operatori di Ong del settore sviluppo, media ed esponenti delle società civile. Non a caso le Giornate europee dello sviluppo  vengono organizzate a pochi giorni di distanza dal vertice Africa-Ue di Tripoli, praticamente alla vigilia della Conferenza Unfccc sui cambiamenti climatici di Cancún, come «Occasione d'incontro, provvidenziale e mirato, tra operatori e governi, per far fronte alle sfide globali in un'atmosfera aperta e spesso informale», come sottolinea una nota dell'Ue.

Le Giornate europee dello sviluppo sono state inaugurate nel 2006 come mezzo per promuovere l'efficacia degli aiuti e come opportunità per accrescere il consenso europeo sulla cooperazione allo sviluppo. Le quattro edizioni precedenti hanno visto la presenza di 31 capi di Stato, 44 capi di governo o ministri e 6 premi Nobel. L'ultima edizione, svoltasi nel 2009 a Stoccolma, ha richiamato in tutto ben 6 000 partecipanti.

Attualmente l'elenco dei partecipanti che hanno confermato la loro presenza include gli attuali presidenti del Benin, del Burkina Faso, del Ruanda, del Mali, della Tanzania e del Malawi (Paese presidente di turno dell'Unione africana), i primi ministri dello Zimbabwe e dell'Autorità palestinese, il presidente del Parlamento europeo, Jerzy Buzek, Jean Ping (presidente della commissione dell'Unione africana), l'ex presidente francese Jacques Chirac, eminenti studiosi quali il professor Paolo Buss, il professor Paul Collier, il dottor Armando De Negri e il dottor Rajendra Pachauri e rappresentanti di organizzazioni internazionali quali Filippo Grandi (UNRWA), il dottor Ibn Chambas (segretario generale del Gruppo dei paesi ACP) e Cheick Sidi Diarra (Alto rappresentante delle Nazioni Unite per i paesi meno sviluppati). Hanno confermato la loro partecipazione anche rappresentanti delle fondazioni Nike e Bill & Melinda Gates.

L'edizione 2010 delle Giornate europee dello sviluppo si articolerà in 15 gruppi di lavoro ad alto livello, due discorsi inaugurali e 30 seminari su argomenti sensibili quali il ruolo dello sviluppo nell'assetto istituzionale previsto dal trattato di Lisbona, la governance, una riflessione sul futuro della cooperazione allo sviluppo, l'accesso alle fonti energetiche, la "politica sanitaria mondiale", la gestione delle risorse naturali, il sostegno al settore privato, l'efficacia degli aiuti, i diritti umani, ecc. Le Giornate europee dello sviluppo avranno come corollario numerosi eventi collaterali, oltre all'istituzione di premi e alla presentazione di relazioni».

Il commissario europeo per lo sviluppo Andris Piebalgs ha dichiarato: «Le Giornate europee dello sviluppo sono un appuntamento fondamentale nel calendario europeo dello sviluppo e la principale piattaforma europea di dialogo e di scambio di idee sui problemi riguardanti questo settore. Rappresentano, per gli operatori, un'occasione unica per poter discutere e condividere opinioni e, per il grande pubblico, un mezzo per avvicinarsi alla musica, all'arte e ai film del mondo in via di sviluppo. L'edizione di quest'anno si inserisce in un momento cruciale dell'evoluzione della politica di sviluppo, in risposta al nuovo assetto istituzionale dell'Unione europea e all'attuale contesto mondiale».

Uno dei momenti centrali dei due giorni di iniziative sarà il conferimento del premio Lorenzo Natali per il giornalismo  e la premiazione dei vincitori del concorso "Musica contro la povertà".

Quest'anno, inoltre, per dare a tutti la possibilità di seguire gli eventi e i dibattiti, il sito Internet delle Giornate europee dello sviluppo - www.eudevdays.eu - offrirà una gamma completa di risorse in rete. Per agevolare il lavoro dei giornalisti e dei rappresentanti dei mezzi di comunicazione saranno disponibili un servizio di trasmissione on-line in diretta (web-streaming), sintesi audiovisive giornaliere, un apposito servizio citazioni, troupe televisive ed apparecchiature radiotelevisive e molti altri servizi. Un elenco completo dei servizi offerti è disponibile nella "Guida per i media" (cfr. link qui di seguito).

Torna all'archivio