Geopolitica

Fao, Unicef e Wfp/Pam: in Sud Sudan rischio fame per più della metà della popolazione

L’accordo di pace ha migliorato la situazione, ma nelle aree inondate nel 2019 si rischia la catastrofe

Secondo il rapporto “Integrated Food Security Phase Classification (IPC)” pubblicato da Fao, Unicef, World food programme (Wfp/Pam) e governo del Sud Sudan, «Circa 6,5 milioni di persone in Sud Sudan - oltre la metà della popolazione - potrebbero trovarsi in una situazione di insicurezza alimentare acuta nel picco del periodo di carestia (maggio-luglio)». Le tra...

Algeria e Marocco rivendicano aree marine della Zona economica esclusiva della Spagna

Dietro le rivendicazioni ci sono petrolio, cobalto, tellurio, pesca e l’occupazione marocchina del Sahara Occidentale

Ad accorgersene è stato Miquel Mir Gual, assessore all’ambiente e al territorio della Isole Baleari: nel 2018, il governo dell’Algeria ha approvato un decreto che prevede «un ampliamento unilaterale delle acque della Zona economica esclusiva» (Zee) che si estenderebbe fin dentro «le acque ampliate del Parque Nacional de Cabrera» e questo «è un problema di...

La Libia inquinata da mine, trappole esplosive e armi abbandonate

Un gigantesco supermercato di armi incustodite e l’ipocrisia dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu

Il ministro degli esteri Luciano Di Maio ieri era a Bengasi, per incontrare il capo della Libyan National Army (LNA), il generale Khalifa Haftar, che assedia Tripoli e che controlla gran parte della Libia grazie all’appoggio di Russia, Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Francia. Di Maio ha ribadito ad Haftar (al fianco del...

Cosa porta ad avere atteggiamenti negativi verso i migranti e l’Unione europea?

Il caso di studio Italia: i Comuni dove si vota di più per i Partiti anti-immigrati e anti-Ue sono quelli con scarsa densità di popolazione, basso reddito e minore istruzione

Il nuovo studio “Immigration and trust in the EU - A territorial analysis of voting behaviour and attitudes” del Joint Research Centre (JRC) esamina i legami tra l’euroscetticismo e gli atteggiamenti negativi nei confronti dell'immigrazione e, dicono i ricercatori del servizio scientifico della Commissione europea, «I risultati offrono utili spunti per migliorare la nostra comprensione...

Il vento fa crollare un pezzo di muro di confine di Trump, ma il disastro ambientale non si ferma

Sierra Club: con la costruzione del muro di aumentano i pericoli in tutto il sud-ovest Usa

Il 29 gennaio il vento ha abbattuto diversi pannelli di nuova barriera installati lungo il confine tra Stati Uniti e Messico, facendoli cadere in territorio messicano. Kistina Davis scrive sul San Diego Union-Tribune che «I pannelli di paletti di acciaio, alti 30 piedi (9 metri, ndr), erano stati appena ancorati nel cemento, che non era...

Palestina- Israele: l’Accordo del Secolo è l’apartheid

Sheena Anne Arackal: «Come la grande apartheid del Sudafrica, il piano di Trump è un gioco di prestigio politico»

Dopo l’annuncio dell’”Accordo del Secolo” dato dal presidente Usa Donals Trump e dal premier uscente israeliano Benjamin Netanyahu – un ballon d’essai utile solo per le campagne elettorali di entrambi – le reazioni dei palestinesi, sia dell’Olp che di Hamas, sono state durissime e nei territori occupati gli scontri tra israeliani e palestinesi sono subito...

Orologio della fine del mondo: siamo a 100 secondi dalla mezzanotte

Le tre più grosse minacce per l’umanità: armi nucleari, cambiamento climatico e disinformazione cyber-based

Nel dicembre del 1945, appena terminata la Seconda Guerra Mondiale, nella prima edizione in bianco e nero di sole 6 pagine del Bulletin of the Atomic Scientists, pubblicata dopo che la tragedia nucleare di Hiroshima e Nagasaki aveva posto fine al conflitto e avviato la Guerra Fredda, si prevedeva che la bomba atomica sarebbe stata...

Note indigene con Igarapè e Cospe

A Firenze una serata dedicata agli indios e agli afrodiscendenti brasiliani

Musica, Storia, storie e immagini per raccontare le popolazioni indigene brasiliani. Accade mercoledì 22 gennaio al Circolo “Il Progresso” di Firenze (via Vittorio Emanuele II, 135) dove l’associazione Igarapè, che letteralmente significa “percorso canoa” e sta a indicare quei corridoi fluviali amazzonici che si addentrano nella foresta, organizza “Note indigene”. Una serata dedicata agli indios...

In Colombia nel 2019 uccisi 120 difensori dei diritti umani e dell’ambiente

In forte aumento la violenza contro gli attivisti. Onu preoccupata: completare il processo di pace

Di fronte all’elevato numero di difensori dei diritti umani e dell’ambiente assassinati in Colombia – almeno 107 nel 2019 – una cifra senza precedenti negli ultimi anni, l’United Nations high commissioner for refugees (Unhcr) ha chiesto al governo della Columbia di lavorare con forza «per prevenire gli attacchi contro chi difende i diritti fondamentali, principalmente...

Per raggiungere gli obiettivi di transizione energetica, raddoppiare le energie rinnovabili

Entro il 2030 bisogna reindirizzare 10 trilioni di dollari di investimenti nei combustibili fossili verso le energie rinnovabili

Secondo il novo booklet “10 Years: Progress to Action”, pubblicato in occasione della decima assemblea annual dell’International renewable energy agency (Irena), tenutasi ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, «Per far avanzare la trasformazione globale dell'energia, raggiungere obiettivi di sviluppo sostenibile e avviare un percorso verso la sicurezza climatica, la percentuale di energie rinnovabili nell’energia globale...

È guerra tra Usa e Iran: la vendetta dei Pasdaran colpisce basi Usa in Iraq

L’Italia non si faccia coinvolgere in una guerra non sua

L’annuncio della nuova guerra, dichiarata di fatto dal presidente Usa Donald Trump con l’esecuzione a Baghdad del generale iraniano Qassem Soleimani, è stata annunciata così dai media del regime della Repubblica islamica dell’Iran: «Questa mattina, i coraggiosi soldati dell’unità aerospaziale del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche (Pasdaran) hanno lanciato un'operazione di successo chiamata Operazione Martire...

Da Sant’Anna di Stazzema appello antifascista per la pace

«La sottovalutazione ha conseguenze pericolose. Trump sta sfidando l’Iran, innescando una spirale di violenza»

Trump è un pericolo. Le sue scelte, le sue azioni, la sua prepotenza portano a conseguenze gravi. L’uccisione di Soleimani in Iraq e l’escalation di tensione con l’Iran stanno pericolosamente destabilizzando il Medio Oriente e il mondo intero. Trump sta sfidando l’Iran, innescando una spirale di violenza. Le conseguenze delle scelte politiche di Trump ricadranno...

I venti di guerra tra Usa e Iran spingono verso l’alto i prezzi del petrolio

Coldiretti: da caro petrolio effetto valanga su 85% spesa, l’Italia punti su fonti alternative

In molti fanno notare che l’esecuzione del generale iraniano dei Pasdaran Qassem Soleimani ordinata da Donald Trump arriva dopo che l’Iran aveva annunciato la scoperta di un immenso giacimento di petrolio e gas, la cosa certa è che in Medio Oriente tutto si muove intorno alla maledizione del petrolio, guerre e scontri settari compresi, e...

Trump pronto bombardare luoghi patrimonio mondiale dell’Unesco, come i talebani e i jihadisti del Mali

Ma la sua vera nuova ossessione sono gli sciiti irakeni di Hashd al-Shaabi

Dopo l’assassinio del generale Qassem Soleimani, comandante della Forza Quds dell'Irgc (Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica, i Pasdaran), i venti di guerra e vendetta e le parole irresponsabili del mandante dichiarato dell’esecuzione, Donald Trump, si susseguono, quasi a provocare una reazione sempre più dura dell'Iran, e il segretario generale dell’Onu, António Guterres, ha rivolto...

Iran e Usa sull’orlo della guerra dopo l’assassinio del capo dei Pasdaran ordinato da Trump

Gli iraniani: irresponsabili le parole di Salvini. Trump vuole la guerra con l’Iran solo per essere rieletto

E’ stata l’agenzia Fars News a dare la notizia in Iran che, «poche ore fa un raid statunitense sull'aeroporto di Bagdad ha martirizzato il grande generale Qassem Soleimani, comandante della Forza Quds dell'Irgc (Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica, i Pasdaran) insieme a lui anche il numero due delle Forze di mobilitazione Popolare irachene (Hashd...

2010-2019, Unicef: «Si chiude un decennio letale per l’infanzia nel mondo». L’amaro bilancio del 2019

Le guerre durano più a lungo, con sempre maggiore spargimento di sangue e la perdita di giovani vite

E’ tristissimo il bilancio fatto oggi dall’Unicef del decennio che si chiude e che nelle speranzwe di molti avrebbe dovuto essere di pace e progresso: «I bambini continuano a pagare un prezzo altissimo ai conflitti che imperversano in tutto il mondo: dal 2010 a oggi, le Nazioni Unite hanno verificato oltre 170.000 gravi violazioni contro l'infanzia nelle...

Un Natale di sangue per kurdi e cristiani nel nord della Siria

Più di 235.000 persone in fuga dalle forze di invasione turco-jihadiste e dai bombardamenti sui villaggi

Da ottobre il nord della Siria – e in particolare il Rojava kurdo - resiste all’invasione turca sostenuta dalle milizie jihadiste che attaccano in particolare i cristiani. L’agenzia ANF, ripresa da Rete Kurdistan Italia, sottolinea che «In molte località nonostante questo si sono svolte le messe natalizie. Il Rojava ha un’importante componente della popolazione di...

Gasdotti Nord Stream 2 e TurkStream, la Russia prepara la risposta alle nuove sanzioni di Trump

La Russia assicura che completerà Nord Stream 2 con mezzi propri e nei tempi previsti

Il 20 dicembre il presidente statunitense Donald Trump ha promulgato un progetto di legge che comprende delle disposizioni sulle sanzioni contro la Russia e la Turchia e le imprese coinvolte nella costruzione dei gasdotti Nord Stream 2 e TurkStream. Le misure vanno a colpire le persone fisiche e giuridiche coinvolte nei lavori sul progetto, annullando...

Porto sicuro: in Libia nel 2019 sono stati uccisi almeno 284 civili, i feriti sono 363

Condizioni terribili nei centri di detenzione dei profughi e migranti: omicidi, torture, rapimenti e stupri nell’impunità assoluta

Mentre in Italia l’ex ministro degli interni, accusato di aver violato il suo stesso decreto, dice di aver difeso la Patria (quella “nuova” italiana, non la Padania dei bei tempi che furono), l’Office of the High Commissioner for Human Rights (Unhr) e l’United Nations Support Mission in Libya (UNSMIL)  dicono che quel “porto sicuro” dove Salvini voleva rispedire i profughi...

Papa Francesco e António Guterres: non possiamo chiudere gli occhi di fronte a conflitti e violenze, miseria e cambiamenti climatici

Usare la religione per l’odio grida vendetta al cospetto di Dio

Papa Francesco ha ricevuto in Vaticano il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres. Al termine hanno registrato insieme un videomessaggio in inglese e spagnolo. Ecco la traduzione in italiano: È bello che questo nostro incontro avvenga nei giorni che ci conducono verso il Natale. Sono giorni in cui i nostri sguardi sono rivolti al...

Brasile, una mappa partecipativa per capire i conflitti socio-ambientali che minacciano i quilombolas

Nella Valle dell’Iguape vivono società di afrodiscendenti ed ex schiavizzati fondate su valori ancestrali, minacciate da deforestamento, appropriazione illegale delle terre e violazione del diritto all´accesso all´acqua

Il territorio quilombola della Bacia e Vale do Iguape ha realizzato, in collaborazione con Cospe, Centro di educazione e cultura della Valle dell’Iguape e l’Università Federale del Reconcavo Baiano, un percorso di geo-referenziamento partecipativo delle comunità e dei conflitti socioambientali. Le comunità quilombolas, afrodiscendenti ed ex schiavizzati, sono fondate su valori ancestrali e fortemente legate...

Ispi 2019, economia e clima sono le principali minacce da affrontare secondo gli italiani

Per un italiano su tre è la mobilitazione internazionale dei Fridays for future è la migliore notizia dell’anno

La crisi climatica e quella economica: sono queste le principali minacce da affrontare – rispettivamente sul fronte globale e quello nazionale – secondo il sondaggio condotto in Italia dall’Ispi, l’Istituto per gli studi di politica internazionale che ormai da sei anni porta avanti quest’indagine. Sin dall’inizio delle rilevazioni gli italiani non hanno mai avuto dubbi:...

Intesa Federparchi – Conoe per la raccolta degli oli e grassi vegetali e animali esausti nelle aree protette

Coinvolgere tutto il sistema delle aree protette nelle attività di recupero

Federparchi e Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti (Conoe) hanno firmato un’intesa per «Sviluppare attività di prevenzione e di tutela degli ecosistemi dai rischi legati alla scorretta gestione degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti; mettere in campo azioni di informazione, formazione e sensibilizzazione...

Guterres al Parlamento italiano: «Nuovi e pericolosi rischi globali richiedono soluzioni multilaterali»

Per clima, migrazioni, conflitti e proliferazione nucleare sono necessarie risposte internazionali più coordinate, incentrate sulle soluzioni

Intervenendo ieri al Senato italiano, di fronte alle Camere riunite. il segretario generale dell’Onu António Guterres ha tracciato un preoccupante sfondo globale fatto di conflitti asimmetrici tra Stati e gruppi non statali e una rinnovata minaccia di proliferazione nucleare, sottolineando che «la prevenzione è essenziale più che mai» e che l'unica strada per la stabilità...

Migrazioni, Guterres: il Global Compact per la vita. Nel mondo 1 sfollato ogni 2 secondi a causa della crisi climatica

Carola Rackete: nel 2050 potrebbero esserci un miliardo di sfollati climatici

Oggi è l’International Migration Day e intervenendo al Global Refugee Forum Che termina oggi a Ginevra. Il segretario generale dell’Onu, António Guterres, ha invitato la comunità internazionale ad «Alleviare l'angoscia di coloro che sono stati cacciati dalle loro case da guerre, conflitti o persecuzioni». Guterres ha insistito soprattutto sulla riaffermazione dei diritti umani dei rifugiati....

Il Sahel ostaggio dell’estremismo violento e dei cambiamenti climatici

Situazione umanitaria drammatica in Mali e Niger, i baluardi dell’Ue e dell’Italia contro i profughi

Negli ultimi mesi il Sahel è stato scosso da una violenza settaria senza precedenti, dove gli interventi militari (e i cosiddetti aiuti europei e italiani per fermare i migranti e i profughi) sembrano aver aggravato una situazione già terribile. Durante una riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu dedicata alla regione, Mohamed Ibn Chambas, a capo...

Italiani migranti: Istat, nell’ultimo decennio in 816mila hanno trasferito la residenza all’estero

Un emigrato su cinque ha meno di 20 anni, e la perdita netta di popolazione laureata supera le 100mila unità

Nel suo ultimo rapporto sulle Iscrizioni e cancellazioni anagrafiche della popolazione residente, l’Istat ribalta la percezione comune maturata in Italia sui flussi migratori: a diminuire è l’arrivo di migranti dall’estero, mentre sono in crescita gli italiani – in larga parte giovani e istruiti – che decidono di lasciare il proprio Paese. Nel 2018 il volume...

Cop25 di Madrid, gli ambientalisti: esito completamente inaccettabile

L’accordo di Parigi vittima di una manciata di potenti economie “del carbonio”

Quella che è stata forse la più lunga sessione di una Conferenza delle parti dell’United Nations framework convention on climate change (COP25 Unfccc) si è conclusa nel primo pomeriggio del 16 dicembre, con i Paesi più inquinanti - Usa, Cina, India, Giappone, Brasile, Arabia Saudita, Australia…- che, sottraendosi alle loro responsabilità, cavillando e scontrandosi su...

Il fallimento della Cop25 di Madrid: la delusione di Guterres e del mondo

Ha vinto l’egoismo sovranista che tutela imponenti interessi economici, ma ha di fronte un movimento popolare per il clima forte come non mai

Il sentimento dominante per quanto (non) è successo alla 25esima Conferenza delle parti Unfccc che ha chiuso mestamente i suoi lavori a Madrid sta tutta nella breve dichiarazione finale del segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres: «Sono deluso dai risultati di #COP25. La comunità internazionale ha perso un'importante opportunità per mostrare una maggiore ambizione...

Niente di fatto a Madrid: la notte non porta consiglio alla Cop25 Unfccc

I piccoli Stati insulari: Lo spirito e gli obiettivi dell'Accordo di Parigi vengono erosi clausola per clausola, discussione per discussione

Un riassunto di cosa (non) è successo alla 25esima Conferenza delle parti dell’Unfccc lo fa l’Italian Climate Network nel suo ultimo bollettino da Madrid: «Come consuetudine ormai i negoziati si protraggono oltre il tempo limite, dopo un'ultima giornata che ha visto numerosi bilaterali susseguirsi nel tentativo di sbloccare alcuni nodi importanti. La presentazione del Green New Deal europeo non...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. 8
  10. 9
  11. ...
  12. 73