Scienze e ricerca

L’amnesia generazionale che non fa vedere ai giovani il declino delle specie animali

Una percezione inesistente del passato che mette a rischio la conservazione futura delle specie

I giovani sono molto attivi nei movimenti climatici, ma non sono così consapevoli dei cambiamenti ambientali rispetto alla vecchia generazione. E’ quanto emerge dal recente studio  "Investigating the implications of shifting baseline syndrome on conservation” pubblicato su People and Nature da un team di ricercatori  della Royal Holloway, University of London e Zoological Society London...

Tutti i rischi climatici per l’Italia e le strategie per il futuro

I cambiamenti climatici sono un acceleratore del rischio su molti ambiti dell’economia e della società.

Fondazione CMCC, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici ha pubblicato il rapporto “Analisi del Rischio. I cambiamenti climatici in Italia”, la prima analisi integrata del rischio climatico nel nostro Paese. «Un documento che, a partire dal clima atteso per i prossimi anni – spiega Fondazione CMCC -  si concentra su singoli settori per fornire informazioni su cosa aspettarci...

Wmo: la più calda estate nell’emisfero nord segnata dal caldo e dai mega-incendi

Gli incendi, il caldo e la siccità record nel West Usa che Donald Trump non vede

Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration Usa, l'emisfero settentrionale ha appena avuto la sua estate più calda e il più caldo agosto mai registrati e, a livello globale, è stato il secondo agosto più caldo mai registrato con 0,94° C  sopra la media del XX  secolo di 15,6 ° C. Il  Copernicus Climate Change...

Politecnico di Torino e CNR inventano un nuovo materiale per accumulare calore a basso costo e green

Cemento, sale e acqua per accumulare il calore del sole d'estate per sfruttarlo d'inverno, risparmiando combustibili fossili

In inverno bisogna riscaldare gli ambienti in cui viviamo o lavoriamo e l’energia richiesta per farlo equivale a circa un terzo di quella che consumiamo in Europa e i tre quarti della domanda è fornita da combustibili fossili. Ora lo studio "Cementitious composite materials for thermal energy storage applications: a preliminary characterization and theoretical analysis",...

All’università di Pisa rientro in aula più tranquillo con Signs (VIDEO)

Un QR code dirà agli studenti dove sedersi in sicurezza

Il Sistema Signs, sviluppato dall'università di Pisa, permetterà di coordinare esigenze didattiche e sanitarie per gestire al meglio la ripartenza delle lezioni "in presenza". Secondo l’università di Pisa Signs è in grado di dare indicazioni preziose agli studenti sullo stato delle postazioni in ciascuna aula: «Ad ogni posto disponibile sarà, infatti, associato uno speciale QR Code che, una...

I pesci che camminano come le salamandre

Un raro pesce cieco delle caverne thailandesi è in grado di camminare sulla terraferma e arrampicarsi sulle cascate usando quattro arti

Lo studio "Skeletal and muscular pelvic morphology of hillstream loaches (Cypriniformes: Balitoridae)", pubblicato recentemente sul Journal of Morphology da un team di ricercatori del  New Jersey Institute of Technology  (NJIT) , del  Florida Museum of Natural History, della  Louisiana State University  e della Maejo University thsilandese  ha  messo insieme con successo   le relazioni ancestrali  che compongono l'albero genealogico. dell’Hillstream  loaches (Balitoridae), scoprendo per la prima volta una serie di  particolari  adattamenti pelvici che sono...

La megattera che nuota nel fiume dei coccodrilli

Le megattere esploratrici che, fortunatamente, sono in aumento in Australia

Per la prima volta, tre megattere (Megaptera novaeangliae) sono state avvistate nell'East Alligator River. nel remoto Kakadu National Park del Northern Territory (NT), in Australia. Il personale del Kakadu National Park ha monitorato i grandi cetacei quando sono arrivati, ma dal 10 settembre nel fiume infestato di coccodrilli è rimasta solo una megattera. La megattera...

Energia: prende forma il Centro italiano DTT per la fusione (VIDEO)

Creazione della società DTT Scarl composta da ENEA, ENI e Consorzio CREATE

Prende forma il Centro italiano per la fusione. È infatti entrata nella fase operativa la realizzazione presso il Centro di ricerche ENEA di Frascati del DTT - Divertor Tokamak Test, una macchina che dovrà sperimentare soluzioni avanzate per l’energia da fusione.  Dopo il consolidamento del progetto in tutte le sue parti e, per realizzare l’opera,...

Scienziati a 4100 metri per salvare la “memoria” del Combin e i ghiacciai minacciati dal cambiamento climatico

Carote di ghiaccio per studiare il clima del passato e del futuro

Stamattina, un team italo-svizzero di scienziati è salito sul massiccio del Grand Combin, a 4.100 metri di quota, per estrarre dal ghiacciaio Corbassiere due carote di ghiaccio per la "biblioteca dei ghiacci" che il programma internazionaleIce Memory creerà in Antartide. Ice Memory, un programma congiunto tra università Grenoble Alpes, università Ca’ Foscari Venezia, Istituto nazionale francese per le ricerche sullo...

Massiccia emissione di metano dal fondo marino nell’Oceano Atlantico meridionale

Legata al riscaldamento globale, è la prima volta che viene scoperta nell'emisfero australe

Lo studio "Gas hydrate dissociation linked to contemporary ocean warming in the southern hemisphere", pubblicato su  illustra  da un team di ricercatori svedesi, brasiliani e francesi, illustra la scoperta di una grossa fuoriuscita di metano causata dalla dissociazione degli idrati provocata dal cambiamento climatico, un fenomeno che non era mai stato visto prima nell'emisfero meridionale....

Nelle aree inquinate livelli sproporzionati di decessi per Coronavirus

L'esposizione agli inquinanti atmosferici contribuisce alla mortalità da Covid-19 negli Stati Uniti

Lo studio "Hazardous air pollutant exposure as a contributing factor to COVID-19 mortality in the United States", pubblicato su Environmental Research Letters da un team di di ricercatori dell’ UNY Environmental Science and Forestry (ESF) e di ProPublica, ha trovato un collegamento tra l'esposizione cronica agli inquinanti atmosferici pericolosi (HAPS) e i tassi di mortalità...

Carovana dei ghiacciai, il bilancio finale: 12 ghiacciai monitorati, tutti in forte regressione

La superficie del Fradusta si è ridotta di oltre il 95%. Il Montasio è il più "resiliente" delle Alpi Orientali

Dagli studi fatti fino ad ora e osservati durante la prima edizione di Carovana dei ghiacciai, la campagna di Legambiente con il supporto del Comitato Glaciologico Italiano (CGI) è emerso che «I ghiacciai alpini sono in forte sofferenza, alcuni già quasi estinti, e che con il progressivo riscaldamento climatico, pur in presenza di fattori favorevoli come...

Studiare i cambiamenti climatici e il mare della Toscana grazie ai dati di Virgo

Studiare anche l’attività sismica o l’andamento delle maree e i moti ondosi nei pressi della costa toscana

L’Università di Pisa, l’European Gravitational Observatory (EGO) e la collaborazione scientifica Virgo hanno siglato un accordo per la condivisione dei dati sull’andamento del moto ondoso nel Mar Tirreno. Accedendo ai dati sull’attività sismica registrati dall’interferometro Virgo negli ultimi 15 anni, i biologi dell’università potranno studiare gli effetti dei cambiamenti climatici sull’erosione delle coste e gli...

La politica dei rifiuti nelle province italiane, tra economia circolare e anatre zoppe

A livello locale le performance di raccolta differenziata aumentano prima di un’elezione che possa portare alla vittoria dell’amministratore uscente. E anche i risultati raggiunti dalle amministrazioni vicine contano

L’economia circolare è un modello di gestione delle risorse che abbraccia le azioni di cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche: il suo obbiettivo è ridurre le estrazioni di risorse non rinnovabili e gli scarti al minimo, se possibile valorizzandoli tramite riciclo. La parte più visibile – anche se minoritaria – di questi scarti è data dai...

La tutela della biodiversità ha impedito l’estinzione di almeno 28 specie di uccelli e mammiferi

Dal 1993, l'azione di conservazione ha avuto un impatto sorprendentemente positivo: i tassi di estinzione sarebbero stati circa 3 - 4 volte maggiori

Lo studio "How many bird and mammal extinctions has recent conservation action prevented?", pubblicato su  Conservation Letters da un folto team ingternazionale di ricercatori, è proprio una boccata di ossigeno in un mare di notizie negative per l’ambiente e la biodiversità. Infatti ha stimato il numero di specie di uccelli e mammiferi che sarebbero scomparse...

Citizen science e difesa degli alberi: la passione non basta

Bisogna formare meglio i “citizen scientists” perché forniscano dati attendibili a scienziati e amministratori pubblici

Lo studio "How Effective Are Citizen Scientists at Contributing to Government Tree Health Public Engagement and Surveillance Needs—An Analysis of the UK Open Air Laboratories (OPAL) Survey Model", pubblicato su Insects da David Slawson del Centre for Environmental Policy dell’Imperial College London e Andy Moffat di Forest Research,  ha preso il via dalla constatazione che...

Le piante potrebbero aiutarci a trovare i corpi delle persone scomparse?

Botanici forensi al lavoro per scoprire dalla fluorescenza o riflettanza la possibile presenza di un cadavere umano

Le squadre di ricerca di resti umani sono spesso rallentate dal fatto di dover fare meticolose ricerc he a piedi o da ricerche aeree rese impossibili dalla copertura forestale. Ora lo studio "Plants to remotely detect human decomposition?", pubblicato su Trends in Plant Science  da un team di ricercatori dell’università del Tennessee – Knosville, presenta proprio...

Living planet report, Wwf: «Catastrofico declino della fauna selvatica»

Dal 1970 le popolazioni di fauna selvatica sono calate in media di due terzi

Secondo il Living Planet Report 2020 del Wwf,  «in meno di mezzo secolo, le popolazioni globali di mammiferi, uccelli, anfibi, rettili e pesci hanno subito un calo medio di due terzi, in gran parte a causa della stessa distruzione ambientale - come la deforestazione, l'agricoltura non sostenibile e il commercio illegale di fauna selvatica -...

Per fiorire le piante parassite rubano le informazioni alla pianta ospite

Uno studio rivela il segreto di come le piante parassite fanno sbocciare i loro fiori al momento gusto

Nel mondo esistono circa 4.000 - 5.000 specie di piante parassite. Tra queste ci sono le cuscute (Cuscuta, Convolvulaceae), un genere che comprende più di 200 specie distribuite in tutto il mondo. Rispetto alle piante normali hanno una morfologia unica: sono senza radici e senza foglie e la loro fotosintesi è assente o molto ridotta. Ma per la...

Rapporto United in science: il Covid-19 non ha fermato il cambiamento climatico

L’Onu e le grandi istituzioni scientifiche: così impossibile rispettare l’Accordo di Parigi

Il lockdown per la pandemia di Covid-19 non ha fermato il cambiamento climatico, «Le concentrazioni di gas serra nell'atmosfera stanno raggiungendo livelli record e continuano ad aumentare. Dopo un temporaneo calo dovuto al contenimento e al rallentamento dell'attività economica, le emissioni stanno tornando al livello pre-pandemico. Il mondo è sulla strada per vivere i suoi cinque anni...

Le martore sono le migliori amiche degli scoiattoli rossi

Vengono reintrodotte in Galles per eliminare gli scoiattoli grigi americani e fanno di nuovo aumentare il numero degli scoiattoli rossi

Greenreport.it ne aveva già scritto nel marzo 2018, dando conto di uno studio pubblicato su Proceedings of the Royal Society B da un team di  scienziati dell’Università di Aberdeen che indagava sul rapporto tra martora (Martes martes), scoiattolo comune europeo (Sciurus vulgaris –  lo scoiattolo rosso) e scoiattolo grigio nordamericano (Sciurus carolinensis), poi, a febbraio 2020, la Queen's...

Riscaldamento globale: le specie che vivono sul fondo del mare stanno scappando nella direzione sbagliata

Per alcune specie di grande valore commerciale ed ecologico bisognerà fare la migrazione assistita?

Il riscaldamento globale sta spingendo molte specie di piante e animali a trovare nuovi posti più freschi dove poter sopravvivere. Ma per creature marine sessili o poco mobili come le lumache di mare, vermi e bivalvi, la cosa è molto più complicata. Il nuovo studio "Wrong-way migrations of benthic species driven by ocean warming and...

La pazza estate italiana del 2020: 9 tempeste al giorno

Coldiretti: «Siamo di fronte alle conseguenze dei cambiamenti climatici con una tendenza alla tropicalizzazione»

Secondo l’elaborazione di Coldiretti su dati dell’European Severe Weather Database (Eswd), «Con l’ultima ondata di maltempo si va verso la fine di una pazza estate segnata da oltre 9 tempeste al giorno lungo tutta la Penisola tra bombe d’acqua, tornando, nubifragi e grandine dalle dimensioni anomale che hanno devastato i raccolti con alberi da frutta...

Ampiamente sottostimato l’assorbimento di carbonio da parte dell’oceano

Studi precedenti avevano ignorato le piccole differenze di temperatura tra la superficie dell'oceano e la profondità di pochi metri dove vengono effettuate le misurazioni

Secondo lo studio "Revised estimates of ocean-atmosphere CO2 flux are consistent with ocean carbon inventory", pubblicato su Nature Communications da un team di ricercatori britannici e tedeschi, «Gli oceani del mondo assorbono più carbonio di quanto la maggior parte dei modelli scientifici suggerisca» . Al College of life and environmental sciences dell’università di Exeter, che ha guidato...

La causa della rapida estinzione dei mammiferi è l’uomo, non il clima

L'impatto umano potrebbe spiegare il 96% di tutte le estinzioni di mammiferi ultimi 100.000 anni. L’estinzione di massa ancora più rapida di quel che si credeva

Durante gli ultimi 126.000 anni, il tasso di estinzione dei mammiferi è aumentato di 1.600 volte rispetto ai livelli naturali di estinzione e questo è quasi esclusivamente dovuto all'impatto umano. A rivelarlo è il nuovo studio "The past and future human impact on mammalian diversity", pubblicato su Science Advances da un team di ricercatori svedesi,...

Il Ghiacciaio Occidentale del Montasio è il più resiliente: ha perso “solo” 34 metri di spessore rispetto agli anni 80, circa un metro l’anno

I risultati dell’ultima tappa della Carovana dei Ghiacciai 2020

«Una riduzione di 34 metri di spessore rispetto agli anni 80’, con una perdita media di almeno un metro l’anno e uno spessore medio che è passato dai 15 metri del 2013 agli attuali dieci metri». Sono questi, in sintesi, i risultati del monitoraggio effettuato nella sesta ed ultima tappa della Carovana dei Ghiacciai 2020 di Legambiente sul...

Basta un cartellino per una spinta gentile a consumi più sostenibili

Come possiamo promuovere l’acquisto di prodotti ecologici? Aiutando i consumatori con piccoli accorgimenti: lo dimostra una ricerca sperimentale italiana

Se da domani tutti comprassimo più prodotti ecologici, dai detersivi biodegradabili alla pasta biologica, avremmo almeno due benefici: un ambiente più pulito e uno stimolo per tutti i produttori a produrre in maniera ambientalmente sostenibile. Ma come si può stimolare l’acquisto dei prodotti green? E, soprattutto, le persone sarebbero veramente disposte a comprare questi prodotti...

Friends of the ERC: il taglio alla ricerca nel bilancio europeo sarebbe disastroso

Lettera/petizione di migliaia di scienziati ai vertici dell’Unione europea

Friends of the ERC ha avviato – con grande e immediato successo -  la raccolta di firme su una lettera aperta/petizione rivolta al presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, al presidente del Parlamento europeo, David Maria Sassoli, alla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, L'Unione europea sta per concordare il suo prossimo quadro...

Salvare dall’estinzione le rane cornute capendo quali sono i loro girini

Gli incredibili girini delle rane delle foreste montane del Vietnam possono rivelare la reale consistenza di rare ed elusive popolazioni di rane

Un team di scienziati di Zoological Society of London (ZSL), Indo-Myanmar Conservation, The Australian Museum e Hoang Lien National Park hanno identificato i girini di 6 specie di rane cornute asiatiche che vivono nelle foreste montane del Vietnam. Una ricerca – pubblicata in due studi si Zootaxa – che, dicono alla ZSL «Aiuta a risolvere...

Nella società degli elefanti maschi gli anziani sono molto importanti

Svolgono un ruolo essenziale nel guidare gruppi di soli maschi. trasmettendo le loro abilità e conoscenze ai giovani. Ma i safari distruggono questo equilibrio culturale

I cacciatori di trofei giustificano il fatto di prendere prioritariamente di mira gli elefanti più anziani perché sarebbero  "ridondanti" in termini riproduttivi e quindi inutili per la sopravvivenza delle specie. Ma il nuovo studio “Importance of old bulls: Leaders and followers in collective movements of all-male groups in African savannah elephants (Loxodonta africana)”, pubblicato su...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 146