Il programma si snoda per un mese a partire da oggi. Al centro il concetto di bio-diversità

Al via (online) la XII edizione di It.a.cà, il festival del turismo responsabile

«Laddove c’è turismo di massa, il rispetto per la biodiversità viene meno, e mai come ora si sente l’esigenza di un cambio concreto di passo nelle abitudini dei viaggiatori»

[28 Maggio 2020]

Si parte oggi – in occasione dell’avvio della Settimana internazionale turismo per tutti, sostenibile e solidale – e si andrà avanti fino al 28 giugno, con seminari, talk, corsi di formazione, mostre virtuali, visite guidate online e molto altro: è la XII edizione di It.a.cà, primo ed unico festival in Italia dedicato al turismo responsabile, che a causa dell’emergenza Covid-19 quest’anno prenderà corpo online.

Promosso da Associazione Yoda, Cospe onlus e Nexus Emilia Romagna, il festival mette quest’anno al centro il concetto di bio-diversità.

Da sempre infatti It.a.cà propone un’inversione di rotta rispetto all’idea ‘tradizionale’ di viaggio, così come si è sedimentata nelle pratiche comuni degli individui: l’intento è preservare, conservare, rispettare i luoghi che si visitano, agire nel rispetto del contesto che ci accoglie, partecipare come ‘cittadino temporaneo’ allo sviluppo dei territori e delle città che si incontrano. Rispettare l’essenza e il ritmo naturale del contesto e della Bio-diversità che anima i luoghi visitati, permetterebbe al turista-viaggiatore di integrarsi nel tessuto, senza stravolgerlo, e allo stesso tempo alle comunità di partecipare responsabilmente allo sviluppo del proprio territorio. La chiave di volta, semplice quanto rivoluzionaria, è quindi il rispetto.

Per questo motivo, gli organizzatori insieme alla rete di It.a.cà hanno scelto la bio-diversità come tema portante dell’edizione 2020 del festival. «Intendiamo partire dalla centralità della Terra e delle specie che la abitano, dove l’uomo non è che un singolo elemento in connessione con gli altri, esplorando il concetto di bio-diversità da ogni punto di vista, poiché contiene nella sua essenza la nozione di rispetto (per il diverso, per la molteplicità, per gli ecosistemi delicati ecc) che è al centro del nostro lavoro da oltre 12 anni – dichiara Pierluigi Musarò, direttore del festival – Laddove c’è turismo di massa, il rispetto per la biodiversità viene meno, e mai come ora si sente l’esigenza di un cambio concreto di passo nelle abitudini dei viaggiatori, a favore di un turismo ‘lento’, vicino magari, per rilanciare le peculiarità dei nostri territori meno battuti, scoprendo all’interno dei propri confini la possibilità di abbracciare finalmente una forma sostenibile di spostarsi e viaggiare».

Intesa come meravigliosa pluralità di ecosistemi, molteplicità di esseri viventi e complessità virtuosa della natura, il concetto di bio-diversità che fa da collante al programma di questa edizione di It.a.cà rappresenta un passo importante per una fertile e vivificatrice riflessione su un tipo turismo sempre più responsabile, che mette al centro il rispetto per le comunità e i territori che accolgono il viaggiatore, e dove il viaggiatore contribuisce alla preservazione dei luoghi visitati.

In quest’ottica, a partire da oggi e per 3 giorni a settimana, la rete di It.a.cà proporrà una serie di eventi online. Il festival si aprirà oggi alle 16.30 con il seminario dedicato alle prospettive sulla sostenibilità del lavoro e dell’ambiente per uno sviluppo del settore turistico dopo il Covid-19, che sarà introdotto dalla Città di Bologna nei panni dell’Assessore al turismo Matteo Lepore.

Il programma completo del Festival è consultabile e scaricabile qui: gli eventi online di IT.A.CÀ saranno visibili in diretta sul canale Facebook e YouTube del Festival (attraverso la piattaforma StreamYard). Riportiamo di seguito una selezione degli appuntamenti, curati direttamente dal nostro ormai storico partner Cospe.

Cospe, tra i promotori del Festival, organizza in modo diretto tre eventi del programma:

5 giugno:

MOSTRA VIRTUALE | THE LAND WE GRAB. APPROPRIAZIONE DELLA FORESTA TROPICALE E DEL SUOLO

Questa pubblicazione è stata realizzata in collaborazione con il sostegno finanziario dell’Unione Europea attraverso il progetto  “Change the Power – (Em)Power to Change: Local Authoritiestowards the SDGs and ClimateJustice”.

23 giugno:

TUTELA DELLA BIODIVERSITÀ, RECUPERO DEL PATRIMONIO PAESAGGISTICO E INCLUSIONE SOCIALE | PRATICHE ED ESPERIENZE DI BIODIVERSITÀ

Dove: su Streamyard* in diretta dalla pagina Facebook e YouTube di IT.A.CÀ

A cura di COSPE onlus, IT.A.CÀ Padova e dintorni

26 giugno

RIPARTIRE DAL TURISMO ACCESSIBILE E INCLUSIVO: TRA DIRITTI UMANI E VANTAGGI ECONOMICI UN FOCUS SULLE BUONE PRATICHE E LA LORO DIFFUSIONE NAZIONALE E INTERNAZIONALE

a cura di COSPE onlus, IT.A.CÀ Padova e IT.A.CÀ Bologna, con il patrocinio del Comune di Padova e di  Design for all Italia