Riceviamo e pubblichiamo

Corallo nel mare della Calabria, Wwf: «Scoperta eccezionale»

Individuato un banco esteso 100 metri al largo del Comune di Amendolara: «Serve l’istituzione di una riserva marina protetta regionale»

[9 Aprile 2021]

Il Wwf Calabria esprime grande soddisfazione e compiacimento per l’eccezionale scoperta dal punto di vista naturalistico e scientifico, avvenuta pochi giorni fa nelle acque antistanti il Comune di Amendolara nell’alto Jonio cosentino, ad opera dalla sezione calabrese della prestigiosa e storica Stazione zoologica “Anton Dohrn”, ospitata proprio nel comune ionico.

Dopo un lavoro di monitoraggio e di mappatura i biologi della stazione, operativa da circa 5 mesi e con a capo il direttore, prof. Silvio Greco, hanno individuato, durante le fasi di perlustrazione dei fondali (avvenuta mediante l’utilizzo del robot sottomarino Rov), nella cosiddetta Secca di Amendolara, a circa 110 metri di profondità, una colonia unica di corallo rosso (un banco esteso di circa 100 metri).

L’eccezionale scoperta impone che la Regione Calabria provveda ad includere al più presto l’area che, a quanto sembra, si estende oltre la stessa perimetrazione del Sic (Secca di Amendolara), nel Parco Marino Regionale.

Primo passo verso quello che a nostro avviso deve essere l’obiettivo principale: l’istituzione di una riserva marina protetta regionale, secondo quanto previsto dalla legge regionale n. 10/2003, che consenta la conservazione e la tutela di questo prezioso capitale naturale.

di Wwf Calabria