A Pomarance la geotermia illuminata dalla bandiera italiana per la Festa della Repubblica

Bacci: «La centrale geotermica di Gabbro si trova al centro del nostro territorio comunale e si può osservare tra valli e colline dalle zone limitrofe più lontane, come segno di unità e identità nella capitale mondiale della geotermia»

[3 Giugno 2020]

Come avvenuto per molti altri edifici nel mondo e sedi istituzionali italiane, Enel ha illuminato col tricolore impianti che producono un bene essenziale qual è l’energia elettrica: una celebrazione cui non poteva mancare la geotermia, dalla quale arriva il 30% dell’elettricità domandata in Toscana.

Dopo l’illuminazione ad aprile delle torri di raffreddamento degli impianti geotermici di Larderello e Castelnuovo Val di Cecina, in occasione della Festa della Repubblica anche la centrale di Gabbro è stata illuminata dalla bandiera italiana grazie ad un progetto promosso da Enel green power e il Comune di Pomarance.

«Il refrigerante illuminato con il tricolore unisce il simbolo della nostra Repubblica al simbolo del nostro territorio: la geotermia – ha dichiarato la sindaca di Pomarance, Ilaria Bacci – Ringrazio Enel green power per questo allestimento davvero suggestivo che assume un significato importante in occasione del 2 giugno, festa nazionale della Repubblica e di tutti gli italiani. La celebriamo con una grande bandiera visibile anche a chilometri di distanza. La centrale geotermica di Gabbro, infatti, si trova al centro del nostro territorio comunale e si può osservare tra valli e colline dalle zone limitrofe più lontane, come segno di unità e identità nella capitale mondiale della geotermia».

Nella situazione specifica di Gabbro, si tratta di un’idea progettuale che era già in fase di realizzazione e che rimarrà permanente con possibilità di cambiare il soggetto proiettato sulla torre refrigerante, come avvenuto per le centrali di Larderello e di Castelnuovo Val di Cecina che in questi anni prima del tricolore hanno accolto sulle pareti delle rispettive torri le forme luminose delle costellazioni e del rosso fuoco, a rappresentare il magma proveniente dal cuore della terra, grazie a iniziative artistiche di alto livello.