Cambiano i vertici Arpat: ecco chi sono il nuovo direttore generale e il direttore tecnico

Si è insediato ieri Pietro Rubellini, nominato dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani

[4 Maggio 2021]

L’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana (Arpat) ha rinnovato i propri vertici: si è insediato ieri il nuovo direttore generale – Pietro Rubellini (nella foto, ndr) –, nominato dal presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, con decreto 74 del 23 marzo 2021.

A sua volta, Rubellini come primo atto ha nominato come direttore tecnico di Arpat Marcello Mossa Verre: ovvero colui che negli ultimi anni ha ricoperto proprio il ruolo di direttore generale.

«Ritengo importante – commenta Rubellini – dare continuità al lavoro svolto sinora dall’Agenzia, di cui riconosco la forte valenza tecnico-scientifica delle attività, mantenendone l’indipendenza».

Laureato in Scienze geologiche, Pietro Rubellini ha una lunga esperienza maturata nella pubblica amministrazione, iniziata i primi anni novanta come funzionario e poi, dal 1999, come dirigente del Comune di Firenze: è qui che dal 2009 al 2015 è stato alla guida della direzione Ambiente, e dal 2017 della direzione del Consiglio comunale, dopo aver ricoperto per due anni il ruolo di direttore generale della Città metropolitana di Firenze (senza dimenticare che dal 2005 al 2010 è stato anche presidente dell’Osservatorio ambientale nodo Alta velocità Firenze).