Costa: «Sono sicuro che parteciperanno le ragazze e i ragazzi migliori di questo Paese»

Per la prima volta in 34 anni il ministero dell’Ambiente assume funzionari internazionali

Al via il concorso pubblico, alla ricerca di 32 giovani con spiccate competente nella cooperazione ambientale e nelle attività internazionali ambientali

[9 Giugno 2020]

Dopo 34 anni dalla istituzione del Ministero dell’Ambiente, è la prima volta che si svolge un concorso per funzionari internazionali, professionalità che, fino ad ora, era stata ricoperta da consulenti esterni. in Gazzetta ufficiale è stato infatti pubblicato il bando per il concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di 32 funzionari con spiccate competente nella cooperazione ambientale e nelle attività internazionali ambientali.

«Per fronteggiare le sfide globali e assicurare una costante presenza nei negoziati europei ed internazionali, è essenziale dotare il Ministero di una squadra di professionalità preparate e appassionate pronte a far valere gli obiettivi del Green New Deal, della tutela della biodiversità, dell’acqua come bene comune, della sostenibilità permanente, nei contesti mondiali. I funzionari selezionati con questo concorso pubblico e trasparente saranno chiamati a sostenere le politiche di sviluppo ambientale del nostro Paese, favorendo posizioni condivise per consentire la crescita sostenibile».

Come sottolineano dal dicastero, è la concretizzazione di un percorso avviato nel 2019 per consentire a giovani competenti di diventare funzionari del ministero.

«Sarà anche il primo concorso digitale, secondo la nuova normativa prevista nel decreto legge Rilancio. Una procedura digitalizzata che consente uno svolgimento più rapido e in sicurezza, voluto dal ministro per la Pubblica amministrazione Fabiana Dadone, alla quale vanno i miei personali ringraziamenti – sottolinea il ministro Costa (nella foto) – La prova orale potrà essere tenuta in videoconferenza, attraverso l’utilizzo di mezzi informatici e digitali, come indica il bando. Sono sicuro che parteciperanno le ragazze e i ragazzi migliori di questo Paese».