[26/10/2007] Comunicati

Comieco, ecco i Pionieri della raccolta differenziata in Italia

ROMA. Comieco, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, per celebrare la conclusione del decennale della nascita di Conai e dei Consorzi di Filiera degli imballaggi, ha riunito, oggi a Roma, I Pionieri della raccolta differenziata in Italia.

Le personalità, indicate da un Comitato Organizzatore, che con il loro impegno hanno segnato la storia della raccolta differenziata e della cultura ambientale nel Nostro Paese, sono state protagoniste di una Foto di Gruppo ambientata nel suggestivo scenario della scalinata del Museo dell’Ara Pacis.

«I Pionieri della Raccolta Differenziata - commenta Carlo Montalbetti, direttore generale di Comico - sono stati scelti tra gli esponenti di numerose categorie sociali. All’interno dell’elenco è possibile trovare amministratori pubblici, locali e nazionali, giornalisti, ambientalisti della prima ora così come imprenditori, tecnici, autorevoli accademici e designer accomunati dalla passione e dall’impegno a favore dell’ambiente».

«Ognuno di loro, nel rispettivo settore di attività - prosegue Montalbetti - ha contribuito in maniera determinante per l’avvio, la crescita, la sensibilizzazione e la promozione della raccolta differenziata, del recupero e del riciclo».

«Per avere un’idea concreta di questo impegno, - conclude Montalbetti – basta osservare lo sviluppo della raccolta differenziata in Italia nel suo complesso: dall’11% del 1998 (circa tre milioni di tonnellate) al 25,2% del 2006 (equivalente a 8,2 milioni di tonnellate). Lo stesso andamento positivo lo registra il settore della raccolta differenziata di carta e cartone, che dal milione di tonnellate del 1998 è arrivato agli oltre 2,5 milioni del 2006».

Tra i selezionati figurano alcuni dei nomi più importanti del movimento ambientalista italiano come Ermete Realacci, scelto come fondatore di Legambiente di cui è attualmente Presidente Onorario, Fulco Pratesi, fondatore e oggi Presidente Onorario di Wwf Italia, gli attuali presidente e direttore generale di Legambiente, Roberto Della Seta e Francesco Ferrante.

Continuando a scorrere l’elenco spiccano i nomi di Innocenzo Cipolletta, selezionato per il suo impegno negli anni che lo hanno visto ricoprire la carica di direttore generale di Confindustria (oggi è Presidente delle Ferrovie dello Stato), Chicco Testa, oggi Presidente di Roma Metropolitane e un passato come fondatore e Presidente di Legambiente. Tra i Pionieri che si sono distinti per la loro attività politica e amministrativa spicca Edo Ronchi, autore, da Ministro dell’Ambiente, della prima legge quadro sulla regolamentazione del settore dei rifiuti, quel “Decreto Ronchi” ormai indissolubilmente legato al suo nome.

Il mondo accademico è rappresentato dal Prof. Antonio Gerelli, accademico dei Lincei, Professore Emerito di Scienza delle Finanze, per anni membro del Comitato Scientifico dell’Anpa, autore di testi scientifici sull’economia e la sostenibilità ambientale.

Giorgio Nebbia, professore emerito presso l’Università di Bari, ha analizzato in svariate pubblicazioni la trasformazione delle risorse in merci e la conseguente creazione delle scorie dei processi di produzione e consumo.

Guido Viale, economista ambientale, saggista, si è occupato di gestione dei rifiuti, di mobilità sostenibile e dell’uso razionale dell’energia. Attualmente è consulente di Italia Lavoro per i problemi ambientali.

Tra i giornalisti che si sono occupati di ambiente un posto d’eccezione spetta a Manuela Cadringher, ex inviato del Tg2 ed ex Presidente dell’Associazione italiana giornalisti ambientalisti, autore di moltissime inchieste sulle tematiche dell’ecologia.

Inoltre si segnalano anche Enrico Fontana, per molti anni Direttore de La Nuova Ecologia, al quale va il merito di aver coniato il termine “ecomafie” e Lucia Venturi, Direttore della rivista Rifiuti Oggi e giornalista di greenreport.

Tra i Pionieri che rivestono importanti incarichi istituzionali Daniele Fortini, Presidente di Federambiente – Federazione Italiana Servizi Pubblici di Igiene Ambientale; Walter Ganapini, selezionato per aver ricoperto la carica di Presidente dell’Anpa e Membro Onorario Permanente del Comitato Scientifico dell’Agenzia Europea dell’Ambiente, oggi Presidente di Greenpeace Italia; Mario Di Carlo, ex Presidente dell’Azienda Municipale Ambiente di Roma che avviò la raccolta differenziata nella città, oggi Consigliere Regionale del Lazio; Marco Formentini, che da Sindaco di Milano diede grande impulso nel corso del suo mandato alle politiche ambientali; Dario Esposito, attualmente Assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Roma, è stato scelto per il suo impegno come Presidente della Commissione Ambiente dell’ANCI.

Alessandra Astolfi e Simone Castelli, sono stati scelti per aver contribuito alla più importante manifestazione fieristica dedicata all’ambiente, Ricicla (oggi Ecomondo), che da anni si svolge presso la Fiera di Rimini.

Enzo Favoino, della Scuola Agraria di Monza, è stato inserito fra i Pionieri per aver diffuso la cultura del compostaggio nel nostro paese.

Piero Bazzi e Claudio Giordano, storici dirigenti di Assovetro, sono stati selezionati perché fra i primi in Italia ad aver compreso l’importanza del riciclo dei rifiuti.
Valerio Bernardi, ex dirigente Rial (antesignano del CIAL – Consorzio Imballaggi Alluminio) è stato incluso fra i Pionieri per aver ideato alcune delle campagne più significative a favore del recupero e riciclo delle lattine.

La scelta di Giancarlo Morandi, Presidente Cobat, è avvenuta sulla base dei risultati del Consorzio da lui guidato, che vedono l’Italia come uno dei paesi più avanzati dal punto di vista del riciclo delle batterie esauste per autotrazione.

Tra i selezionati anche un imprenditore della comunicazione, Antonio Romano, Presidente del network di agenzie InArea che ideò a metà degli anni ’90 una delle prime e più significative campagne di comunicazione ambientale.
I Pionieri sono stati accompagnati dai protagonisti istituzionali odierni della Filiera della raccolta differenziata e del riciclo: i Presidenti e Direttori del Conai e dei Consorzi di Filiera degli imballaggi.

Torna all'archivio