[31/10/2007] Comunicati

Sostenibilità: nascosta nel bilancio regionale e ignorata dai giornali

LIVORNO. Concludevamo ieri l´articolo sulla proposta di Bilancio 2008 della Regione Toscana sostenendo che, almeno nella nota stampa divulgata, se si fosse voluto dare un segnale diverso (anche solo a livello di presentazione) riguardo al riorientamento dell´economia verso la sostenibilità ambientale, l´occasione era stata persa.

Come avevamo sottolineato, infatti, non c’è traccia di contabilità ambientale o di bilancio ambientale e l’ambiente è considerato assolutamente come cosa a sé senza alcuna integrazione con l’economia. Le cose interessanti al riguardo, come il premio per chi meno inquina, ovvero l’Irap che per le imprese certificate Emas sarà al 3,5% e al 3,85% (fino a 20 milioni di euro di base imponibile) per le imprese certificate ISO 14001, non erano inoltre per niente evidenziate.

La proiezione mediatica che evidentemente si voleva dare a questa proposta di Bilancio 2008 non era dunque quella di una manovra impostata sulla sostenibilità ambientale.

Non sorprende dunque (oppure solo in parte) che oggi i media generalisti non accennino minimamente neppure a quel poco di sostenibilità che c’è. Neppure per dire che è poco, oppure che è tanto, oppure che è giusto. Niente. Nessuno dunque, evinciamo da quanto abbiamo letto sui giornali, si è alzato per fare una domanda al riguardo o per porsi un dubbio.

Torna all'archivio