[17/01/2008] Comunicati

Il design applicato alla raccolta differenziata casalinga

LIVORNO. Mentre l’Italia si dibatte nella spazzatura campana, a Montreal, in Canada, si pensa al design collegato ai contenitori casalinghi per la raccolta differenziata. La seconda città del Canada (più di un milione e 800 mila abitanti e oltre 3 milioni nell’area metropolitana), all’inizio del 2007 aveva invitato tre agenzie di design a sottoporle dei progetti di contenitori per rimpiazzare quelli attualmente usati per la raccolta casalinga dei materiali riciclabili.

Una giuria composta da rappresentanti dell’amministrazione cittadina e da suoi partner come Eco Entreprises Québec, Recyc-Québec, rete Éco-Quartiers e la città di Québec, hanno scelto il progetto proposto dal designer industriale Claude-Mauffette, ritenuto il migliore per la sua ergonomia, visto che si utilizza con l’uso di una sola mano, per la sua funzionalità e per la capacità di 70 litri.

Il progetto dovrà ancora superare altre tappe: un prototipo verrà testato la prossima estate dai cittadini nel quadro di un progetto pilota. La messa in produzione dovrà comunque essere fatta entro la fine del 2008 e i contenitori dovranno essere distribuiti a tutte le famiglie di Montreal nel 2009. Il nuovo contenitore verrà brevettato e l’amministrazione comunale di Montreal pensa di rivendere il “concetto” ad altre municipalità.


Torna all'archivio