[18/01/2008] Parchi

Volontari cercansi per salvare rospi e rane fiorentini

FIRENZE. La primavera non è così lontana e il Wwf Toscana pensa agli anfibi, i vertebrati più in pericolo anche in Italia. «Fra pochi giorni questo strano inverno caratterizzato da un tempo così mite e secco lascerà il passo alle grandi piogge primaverili – scrivono gli ambientalisti - Siamo quindi ormai prossimi all’uscita degli anfibi. Rane, rospi e tritoni, dopo aver svernato al riparo sotto qualche pietra o nella lettiera dei boschi, iniziano le consuete migrazioni riproduttive che li porteranno nei pressi delle zone di ovodeposizione. Questi luoghi sono in genere costituiti da piccole raccolte d’acqua, cioè da pozze, piccoli laghetti e acquitrini».

«Tutto questo movimento naturale – proseguono - si svolgerebbe senza problemi, come è sempre stato per milioni di anni, se negli ultimi decenni l’uomo non avesse inventato le automobili e avesse riempito il territorio di strade. Infatti sempre più spesso questi piccoli animali, che costituiscono un importantissimo e insostituibile anello del nostro ecosistema, si trovano a dover attraversare una strada nel vano tentativo di arrivare ad una pozza ormai divenuta irraggiungibile: il risultato è che essi muoiono investiti a centinaia, senza essere riusciti nemmeno a vedere il luogo di riproduzione. Per ovviare a queste inutili stragi di animali innocenti il Wwf Toscana organizza ormai da molti anni, sul modello di altre nazioni del Nord Europa, numerosi interventi di salvataggio in varie strade intorno a Firenze».

Un’iniziativa di volontariato in favore della biodiversità che sta prendendo piede in altre are d’Italia e con iniziative simili, come la ormai nota “notte dei rospi” curata da gli altri ambientalisti di Legambiente. Gli anfibi vengono trasportati manualmente da una parte all’altra della strada, oppure vengono predisposte barriere antiattraversamento nei tratti a rischio più elevato, per costringere rane, raganelle e batraci vari a raggiungere sottopassi o corsi e specchi d’acqua differenti.
Con lo slogan “gli anfibi hanno bisogno del tuo aiuto”, il Wwf toscano invita tutti coloro che «vogliono saperne di più e pensano di poter dare, insieme a tante altre persone, il loro piccolo contributo per la conservazione di queste » alla conferenza pubblica che si terrà a Firenze il 24 gennaio, ore 21, in via Pisana 82 rosso, per promuovere le operazioni di salvataggio con video-proiezione di immagini sugli interventi in atto. «Più volontari siamo, più animali potranno saranno salvati», sottolinea il Panda della Toscana.


Torna all'archivio