[23/01/2008] Urbanistica

La desertificazione colpisce un quinto della popolazione mondiale

LIVORNO. La Cina è uno dei Paesi più colpiti dalla desertificazione e le tempeste di sabbia spingono il problema fino a Pechino e ad altre grandi metropoli, oscurando il cielo e rendendo l’aria irrespirabile per giorni. Le operazioni di contenimento del deserto che avanza, pur gigantesche per numero di persone impiegate, alberi piantati , risorse spese, non riescono a star dietro al deserto che avanza inesorabilmente dal nord ovest del grande paese verso le coste e i terreni fertili. Per questo il vice primo ministro cinese Hui Liangyu, aprendo una conferenza internazionale sul controllo della desertificazione, ha chiesto con forza una reale cooperazione internazionale sul tema.

Hui ha chiesto ai firmatari della Convenzione Onu contro la desertificazione di rispettare i loro impegni ed a continuare la loro lotta contro l’avanzata dei deserti.

«La desertificazione colpisce i due terzi dei Paesi ed un quinto della popolazione mondiale» ha ricordato il vicepremier cinese, augurandosi che «tutti i Paesi partecipanti rispettino lo sviluppo armonioso tra l’uomo e la natura, trasformino i loro metodi di produzione e di vita e facciano lo sforzo di piantare alberi e praterie per assicurare uno sviluppo sostenibile».

La Conferenza è organizzata dal dipartimento degli affari economici e sociali dell’Onu e dall’Amministrazione forestale della Cina, e dovrebbe servire a rafforzare la cooperazione internazionale ed a condividere le esperienze nella lotta alla desertificazione di una cinquantina di Paesi, regioni e organizzazioni riunite a pechino per tre giorni.

Torna all'archivio