[27/03/2006] Energia

Energia e aree protette, Matteoli scatenato in campagna elettorale

CHIETI. «L’unico modo per poter risolvere il problema dell’energia nello spazio di due, tre anni al massimo è il carbone pulito e costruire nuovi rigassificatori per i quali stiamo rilasciando le valutazioni di impatto ambientale favorevoli. Per cinque o sei di loro ho già firmato le valutazioni di impatto, per le altre sono in dirittura d’arrivo». Lo ha detto stamani a Chieti il ministro dell’ambiente Altero Matteoli (nella foto), in Abruzzo per una kermesse elettorale con Gianfranco Fini. Bene le fonti rinnovabili, ha ricordato il ministro «ma con il sole e con il vento non si può risolvere il problema anche se rappresentano un forte contributo». Per Matteoli «le amministrazioni locali devono essere convincenti nei confronti di coloro che protestano perché non vogliono i rigassificatori e il carbone e devono collaborare con le istituzioni. La scelta deve essere bipartisan».

Matteoli ha anche rivendicato risultati importanti sul fronte delle aree protette: «Credo di poter dire che in cinque anni abbiamo radicalmente cambiato la politica delle aree protette. Non abbiamo certamente cambiato la bellezza di queste aree ma cercato di renderle utili anche da un punto di vista economico». «Noi – ha ricordato – abbiamo detto fin dall´inizio che non volevamo un´area rigidamente protetta che praticamente toglieva quest’area bella alla godibilità dei cittadini. Abbiamo portato una cultura nuova cioè che i cittadini potessero godere di questo e abbiamo chiesto ai presidenti dei Parchi di attivarsi perché ci fosse un ritorno anche di ordine economico tenendo conto di quelle che erano le vocazioni del territorio. Non abbiamo certamente preteso un turismo ricco come quello della Versilia. Il nostro è un turismo consono all’area stessa dove vengono sfruttate le vocazioni del territorio. Questo – secondo il ministro – ha reso oggi le aree protette non più contestate da parte dei cittadini e c’è un ritorno anche occupazionale».

Torna all'archivio