[28/03/2006] Aria

Auto a metano, la mappa degli incentivi

FIRENZE - Gli incentivi per la conversione a metano che si sovrappongono e si affiancano, nazionali e locali, rischiano di confondere chi ne vorrebbe beneficiare. Ecco un quadro generale della situazione toscana:
- il ministero delle Attività produttive mette a disposizione incentivi di 650€ per la conversione di auto immatricolate negli ultimi 3 anni (2003-2006) e di 1500€ per l´acquisto di auto nuove alimentate a metano o gpl
- Il programma ICBI (Iniziativa carburanti a basso impatto) finanzia la trasformazione di auto immatricolate fra il 1993 e il 2000 (Euro1 e Euro2) con un incentivo di 350€. Il programma ICBI ha come capofila il Comune di Parma, ed è in vigore solo nei comuni che hanno aderito. In Toscana sono: Arezzo; Capannori (Lu); Firenze; Grosseto; Livorno; Montale (Pt); Pistoia; Poggibonsi (Si) Prato; Scandicci (Fi); Sesto Fiorentino (Fi); Siena.

Agli incentivi nazionali si aggiungono quelli locali, che molto spesso finanziano le conversioni delle auto Euro0 (immatricolate prima del 1993).
Per una panoramica degli incentivi locali, Ecogas ha realizzato un sito
apposito: la mappa degli incentivi. E´ sufficiente cliccare sulla Regione di interesse per vedere quali siano gli incentivi disponibili. Per la Toscana Ecogas parla di «Nuovo finanziamento 2005 di oltre 3 milioni di euro tra i 16 comuni firmatari dell´accordo di programma con la regione Toscana»
(Firenze, Grossetioi; Livorno; Lucca; Pisa; Pistoia; Prato; Bagno a Ripoli; Calenzano; Campi Bisenzio; Cascina; Lastra a Signa; Santa Croce sull´Arno; Scandicci; Sesto Fiorentino; Siena) e che prevede limitazioni del traffico ed incentivazione dei veicoli ecologici, con contributi per cittadini ed aziende per passare al gpl ed al metano.

A questo va aggiunta l´esenzione parziale del bollo (75%) per i veicoli che siano dotati di dispositivo per la circolazione solo con gpl, o solo con gas metano.

Torna all'archivio