[30/05/2008] Rifiuti

Detersivi e saponi alla spina per i negozi della Lucchesia

LIVORNO. Fedeli al principio “fare ognuno come se dipendesse da sé” (anche se non basta!) non possiamo che evidenziare come buona notizia il fatto che Confesercenti e Confcommercio della Provincia di Lucca abbiano aderito al progetto dell’Ato 2 rifiuti e dei Comuni che ne fanno parte, volto a ridurre la produzione di rifiuti urbani, attraverso l´impiego di contenitori riutilizzabili nella grande distribuzione e nei piccoli negozi.

L’attenzione del progetto si è concentrata sull’adozione di sistemi per l’erogazione di saponi e detergenti alla spina: nei negozi che aderiranno al progetto sarà possibile acquistare prodotti sfusi e “fare rifornimento” di diversi tipi di detergenti in contenitori che il cliente potrà riutilizzare più volte con un sensibile risparmio non solo sul costo del prodotto ma anche sulla produzione di rifiuti sempre più difficili da smaltire.

Dal canto suo l´Ato2 si impegnerà a promuovere una campagna pubblicitaria per i prossimi mesi a favore dei negozi che faranno distribuzione di sapone alla spina; i Comuni di Lucca e Capannori che già partecipano al progetto generale, si sono ulteriormente impegnati a fornire in comodato d´uso gratuito ai negozianti che aderiranno, i “fusti in acciaio” utili alla distribuzione dei prodotti sfusi, un segnale concreto rivolto agli stessi negozianti per sottolineare l´importanza del progetto e la volontà di impegnarsi a sostenere abitudini e comportamenti che favoriscono la riduzione dei rifiuti.

«Abbiamo accolto cono favore l´iniziativa di Ato2 in quanto promuove l´innovazione del commercio attraverso l´introduzione di pratiche e formule commerciali capaci di venire incontro alle esigenze legate all´ecologia e allo smaltimento dei rifiuti, argomenti ai quali i consumatori sono sempre più sensibili – sostengono i rappresentanti di categoria - l´apertura, di questo progetto, anche al piccolo commercio e ai negozi di vicinato rappresenta la vera novità, un fattore sicuramente importante per la diffusione di pratiche eco-compatibili grazie allo speciale rapporto diretto che queste ultime hanno con la clientela e alla loro capacità di dialogare con quest´ultima».

Le pre-adesioni al progetto stanno coinvolgendo non solo alimentari e minimarket ma anche erboristerie e ferramenta nonché orto-frutta, a dimostrazione di quanto la formula proposta sia risultata interessante ed elastica, infatti se la promozione e il contenitore in acciaio sono forniti dal progetto, il tipo e la qualità dei prodotti erogati sono a totale discrezione dei negozianti i quali potranno prendere contatto direttamente con le ditte produttrici di detergenti e offrire ai propri clienti il prodotto che riterranno opportuno.

Torna all'archivio