[16/06/2008] Parchi

Verso la nuova legge regionale, Un convegno ad Arezzo

AREZZO. Sono ormai 17 anni che gli Enti locali fanno parte degli organi di governo di Parchi nazionali e regionali dopo l’entrata in vigore della legge quadro del 1991 e in Toscana sono passati 13 anni dalla emanazione della Legge regionale che affidava un ruolo specifico di responsabilità a comuni e province, nell’istituzione e gestione delle aree protette.

Nella nostra regione, grazie anche alla normativa, è nato un sistema di aree protette costituito da numerosi parchi e riserve naturali provinciali e Anpil (Area naturale protetta di interesse locale), in cui gli enti locali (province, comuni e comunità montane) intervengono direttamente nella pianificazione e nella gestione vera e propria.

Far convivere le attività di tutela con le richieste di sviluppo dei territori non sempre è facile e spesso le comunità locali hanno vissuto come vincolo eccesivo le regole imposte dagli enti parco. Del resto le stesse amministrazioni locali facenti parte degli enti parco non sempre hanno dato un contributo propositivo alla convivenza possibile e virtuosa tra i soggetti che vivono ed operano sul territorio.

Molti comunque sono i progetti di rilievo finalizzati alla tutela del patrimonio naturale e alla promozione e diffusione della cultura della tutela (che non vuol dire “immobilismo” del territorio) che sono andati a buon fine e che sono serviti a far maturare esperienze alle pubbliche amministrazioni. Per fare un bilancio di questi anni e approfondire le problematiche inerenti l’efficacia della legge regionale, che è stata alla base di questo importante processo, la provincia di Arezzo insieme all’associazione dell’autonomia locali (Legautonomie toscana) con il patrocinio di regione Toscana e Federparchi, ha organizzato il convegno “L’esperienza degli enti locali nella gestione delle aree protette. Verso la nuova legge regionale”. All’evento, che si terrà il 18 giugno a partire dalle ore 9,30, nella sede della Provincia (Sala dei Grandi, Piazza della Libertà, 3), parteciperà l’assessore alla Difesa del suolo, Parchi e Aree naturali protette della Regione Toscana Marco Betti.

Torna all'archivio