[21/08/2008] Rifiuti

L´Umbria investe 2 milioni per rilanciare la raccolta differenziata

LIVORNO. La giunta regionale dell’Umbria ha stabilito la gerarchia degli interventi, azioni e programmi nell´ambito della sostenibilità ambientale e della gestione dei rifiuti per l’anno in corso, destinando una somma totale di 6 milioni e 166mila euro. Il grosso. Il grosso dei finanziamenti sarà destinato alla gestione dei rifiuti, soprattutto per incentivare la raccolta differenziata, alla cui promozione viene riservata la somma di 2 milioni di euro.

Duecentomila saranno utilizzati per la formazione del Piano paesaggistico, un milione e 150mila per finanziare l’attività dell’agenzia regionale per l’ambiente (Arpa). Circa 500 mila euro saranno finalizzati alla riambientazione delle cave, a studi e attività di protezione del suolo e di riduzione del rischio idrogeologico, tra le quali la redazione del Piano regionale di settore e l’analisi quali-quantitativa del trasporto solido del Tevere.

Ammonta a 400mila euro la spesa prevista per attività rivolte, in particolare alle scuole, relative ad iniziative di comunicazione, informazione e sensibilizzazione ambientale, mentre circa 600mila euro saranno destinati a programmi inerenti la cura delle risorse idriche e il contenimento del rischio idraulico.

In questo ambito è previsto il progetto per la riqualificazione delle acque del fiume Nestore e la redazione delle mappe regionali di allagabilità. Agli interventi di riduzione dell’inquinamento acustico, atmosferico e luminoso è stata invece destinata una somma di quasi 400mila euro. Programmi per la diffusione di soluzioni di edilizia sostenibile potranno contare su circa 100mila euro.

A questo programma, fanno notare all’assessorato all’ambiente della Regione, vanno aggiunte risorse pari a 600mila euro per le aree protette, la cui gestione è in capo all’assessorato all’agricoltura.
«La tutela e la valorizzazione dell’ambiente, si confermano attività prioritarie nei programmi della Regione - ha detto l’assessore regionale all’ambiente Lamberto Bottini - la ripartizione delle risorse risponde ad una necessaria logica di programmazione ed a criteri di equilibrio tra i diversi capitoli di spesa previsti».

Torna all'archivio