[01/10/2008] Vivere con cura di Marinella Correggia

Frasi pesanti per diventar leggeri sul pianeta e sensibili all’umanità

Libri interi sono stati dedicati alle citazioni più o meno famose su argomenti più meno interessanti. Ma qui, sparse e tratte da disparate fonti, ecco alcune frasi che sintetizzano ecosaggezze.

“Dobbiamo far nascere, da tutte le saggezze del mondo, nuovi modi di vivere e creare” (Jacques Attali. in Breve storia del futuro, Fazi 2007)

“Non si tratta di vivere tutti allo stesso modo su questo pianeta, ma il contributo di ognuno all’inquinamento e al prelievo deve essere uguale” (François Schneider sul dossier “Décroissance”, sulla rivista francese Silence)

Sulpicio si mise a ridere: "L´acqua è di tutti. Vendere acqua è peccato!" (Manuel Scorza, Storia di Garabombo l´invisibile, Feltrinelli)

“Perché volete che ci siano diversi tipi di vita sulla Terra? Non c’è che una sola vita, vegetale, animale, umana, che nasce, ride, soffre, piange e muore” (Albert Einstein)

“E’ davvero una questione di felicità: nessun cambiamento fatto per senso del dovere o per salvarsi l’anima può resistere nel tempo e può contagiare veramente gli altri. Succede solo se ci piace quello che siamo sperimentando, se scopriamo qualcosa di nuovo che, chiusi dentro il vecchio comportamento, nemmeno immaginavamo” Sara Ongaro (su Agenda Ctm 2006)

Nel sogno mi chiedevo: “Ma come ottenere il cambiamento di questo modello planetario insostenibile?”. E la risposta era: “Ogni sforzo sarà inutile se gli uomini non diventeranno uguali alle donne” (Massimo Andellini)

“I lavori massacranti esistono perché pesi e misure non sono egualmente distribuiti” (Enzo Da Re)

“I paesi di domani sono visioni di anime contadine in volo per il mondo” (De Andrè)

“Beati i miti perché possiederanno la Terra. Ma quando? Quando i duri che la dominano si spezzeranno gli uni contro gli altri e lasceranno il posto ai miti che rifaranno il giardino terrestre di cui avranno preservato piante e animali” (Lanza del Vasto, in un commento alle beatitudini)

“Il lusso è l´uso sbagliato di materiali costosi che non migliora le funzioni. Quindi una stupidaggine. Spariranno i troni e le poltrone di lusso per i dirigenti imposti, gli arredi speciali per i capi, le cattedre di lusso alzate su pedane di mogano, i paludamenti, i gradi, e tutto ciò che serviva per suggestionare” (Bruno Munari, Da cosa nasce cosa, Laterza)

“Scegliamo di seguire buone pratiche. L’abitudine ce le renderà gradevoli” (frase attribuita a Pitagora)

“Chi non usa le mani non ha musica nella sua vita” (Gandhi)

“Nella lunga emergenza, la perdita della ricchezza allucinata sarà stupefacente” (James Howard Kunslter, Collasso)

“(…) Un tempo andava con l’aeroplano, ma ora le tariffe dell’energia la costringevano a spostarsi in nave o in treno”; “Ricordò quando era giovane e l’energia era ancora abbondante e si era certi che riciclare i materiali fosse un rimedio sufficiente” (Gemma Malley, The Declaration, Salani 2008; romanzo ambientato nel 2140)

“Per quel che ne sappiamo, nessuna combinazione di cosiddetti combustibili o processi energetici alternativi ci permetterà di continuare a condurre in Occidente un’esistenza quotidiana come quella a cui ci siamo abituati nel regime del petrolio” (James Howard Kunslter, Collasso, Nuovi mondi media 2005)

Torna all'archivio