[06/10/2008] Energia

EnergeticaMente: parte la terza edizione ad Arezzo

AREZZO. “Educare” alla riduzione dei consumi energetici e alla produzione di energia attraverso fonti rinnovabili, in particolare facendo leva sulle nuove generazioni, gli studenti delle scuole medie e superiori, potenzialmente le più ricettive. Questo l’obiettivo della campagna “EnergicaMente” giunta alla terza edizione e presentata dagli assessori all’ambiente di provincia e comune, Andrea Cutini e Roberto Banchetti, dal presidente di Coingas, Alberto Ciolfi e da quello di Legambiente, Beppe Croce.

«L’edizione 2007 – ha sottolineato l’assessore provinciale - ha avuto successo tanto da “allargare” l’iniziativa ad entrambi i livelli scolastici. Nelle superiori verranno messi a punto i progetti che avranno una concreta realizzazione. Nelle medie inferiori continuerà l’azione di comunicazione e informazione». Diffondere le informazioni per uno stile di vita rivolto alla sostenibilità ambientale, promuovendo azioni per la riduzione delle emissioni dei gas serra attraverso l’incentivazione di consumi eco-efficienti, di una mobilità sostenibile e della valorizzazione dei prodotti agricoli biologici e di qualità del territorio della provincia di Arezzo, sono temi collegati alla campagna in cui si informerà anche sulle modalità di accesso ai finanziamenti per la realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

«I temi energetici – ha dichiarato il presidente di Coingas– sono fondamentali e non solo per un’azienda come la nostra. A questa edizione hanno già aderito 800 ragazzi a conferma del successo di una campagna di sensibilizzazione sulla responsabilità individuale: la prima fonte rinnovabile è proprio l’intelligenza delle persone. E noi puntiamo a coinvolgere sia gli studenti che le loro famiglie». Conferma della crescita dell’iniziativa in adesioni e qualità dei contenuti, viene da Legambiente: «le adesioni delle scuole sono sempre più numerose – ha affermato Croce, presidente di Legambiente Arezzo - saranno cinque le scuole superiori che avranno un supporto per realizzare il progetto sul risparmio energetico da loro elaborato. E 30 scuole medie inferiori».

I ragazzi, in particolare quelli delle scuole superiori partecipano all’iniziativa anche nell’ottica di avviare sostanziali modifiche e migliorie alle strutture scolastiche stesse collaborando alla progettazione degli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica. Per le scuole medie invece sono previsti percorsi didattici e l’organizzazione di gite ad impianti dimostrativi sull’utilizzo delle rinnovabili (impianti eolici, centrali idroelettriche, impianti fotovoltaici, aziende agricole impegnate in processi eco-sostenibili, strutture di bioedilizia come Smart-House, ecc.). Il lavoro sui temi energetici proseguirà per tutto l’anno scolastico: il 16 febbraio in occasione dell’anniversario della ratifica del protocollo di Kyoto verrà organizzata una settimana di eventi rivolti a scuole e cittadini con tema i cambiamenti climatici. Infine a maggio la tradizionale“Festa dell’Energia”, rivolta a tutte le scuole elementari, medie e superiori della provincia di Arezzo, con attività ludiche, mostre, premiazione concorsi. L’assessore comunale Banchetti nell’occasione ha ricordato le iniziative già messe in atto dall’amministrazione: «i finanziamenti per il solare termico, il prossimo bando per l’illuminazione pubblica che comporterà per il gestore azioni di risparmio energetico, l’attivazione del primo impianto fotovoltaico in una scuola media».

Torna all'archivio